menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Protesta dei collaboratori scolastici - Foto d'archivio

Protesta dei collaboratori scolastici - Foto d'archivio

Contratti prorogati per 519 collaboratori scolastici, Vicari: "Adesso stabilizzazione"

Approvato oggi dal Consiglio dei Ministri il decreto mille proroghe che contiene al suo interno la proroga, di un anno, per gli ex Lsu. La Cisl: "Evitato il peggio per queste famiglie"

Potranno passare un Capodanno più sereno i 519 collaboratori scolastici (ex Lsu) di Palermo e provincia: i loro contratti sono stati prorogati di un anno. 

"La crisi in cui si sono trovati questi lavoratori tocca ogni giorno milioni di italiani e per questo abbiamo iniziato a lavorare per non lasciarli soli. Il nostro impegno non finisce certamente qui - commenta Simona Vicari, sottosegretario alle Infrastrutture e trasporti - adesso lavoriamo per la stabilizzazione. Non vi abbandoneremo". Il Sottosegretario sottolinea il ruolo determinante del Ministro Alfano che ha proposto e lavorato con grande impegno per inserire anche i collaboratori scolastici nel decreto mille proroghe approvato oggi dal Consiglio dei Ministri.

Soddisfatta del risultato anche la Cisl. “Con il decreto milleproroghe si è evitato il peggio per queste famiglie, il disagio sociale ed economico di vivere un anno nell’incertezza assoluta dovuta alla mancanza di un lavoro – spiegano Daniela De Luca segretario Cisl Palermo Trapani e Francesco Amato segretario Felsa Cisl Palermo Trapani  -, ma sia chiaro che da gennaio bisogna subito avviare, in modo proficuo e concreto, il tavolo al Ministero del Lavoro sulla loro stabilizzazione”. 

I lavoratori precari svolgono il loro servizio ormai da ben vent’anni, ma devono attendere sempre gli ultimi giorni di dicembre per avere la certezza del proprio posto. Lo scorso 19 dicembre per chiedere garanzie per il loro futuro gli ex Lsu hanno protestato bloccando il cavalcavia di via Crispi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento