rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca Montepellegrino

Fiera del Mediterraneo, si lavora sul percorso di recupero dell'area

Oggi c'è stato il sopralluogo del Comune: "L'intera area può diventare un polo fieristico/congressistico di livello internazionale, rilanciando e supportando le attività economiche della città"

La Fiera del Mediterraneo torna ufficialmente del Comune. Questa mattina c'è stato il sopralluogo del Sindaco e dell'assessore alle attività produttive, Marco Di Marco, che attraverso una nota afferma: "Con i suoi oltre 20 mila metri quadri totali, con padiglioni che possono ospitare convention con 10.000 partecipanti o eventi da oltre 1.500 spettatori, l'area della Fiera del Mediterraneo rappreenta una grande risorsa non solo per Palermo ma per anche per tutta la Sicilia che può farne un polo fieristico/congressistico di livello internazionale, rilanciando e supportando le attività economiche della città".

RILANCIO. E prosegue: "Si tratta di rimettere in modo un percorso virtuoso, che comincierà già nei prossimi giorni con una profonda pulizia dell'area, affidata agli operai della Gesip, che si occuperanno anche della cura del verde e della guardiania. Comincia quindi un percorso di recupero prima e di rilancio poi della grande struttura, di cui ieri il Comune è tornato in possesso, con la ricezione delle chiavi da parte della Regione". A settembre poi, funzionari del Comune e della Regione effettueranno dei sopralluoghi congiunti per verificare lo stato dei luoghi e saranno verificate le necessità di interventi manutentivi ordinari e straordinari. Di Marco assicura che in tempi brevi l'amministrazione destinerà una parte dell'area ad uffici, per abbattere i costi dell'Assessorato Attività Produttive, il cui affitto grava adesso per 260 mila euro annui sul bilancio comunale. "Il progetto di polo congressistico e fieristico internazionale - dice l'assessore - avrà bisogno necessariamente di un sistema basato sulla finanza di progetto".


INTERVENTI STRUTTURALI. Parcheggio, illuminazione e pavimentazione stradale "sono in buone condizioni, perché rifatti con fondi POR poco prima della chiusura della Fiera", dice Di Marco. Il Comune intende poi investire circa 5 milioni di euro del piano di utilizzo dei fondi PISU per la manutenzione, "ivi compresa la realizzazione di un impianto fotovoltaico che garantirà - conclude - non solo un notevole risparmio sui costi dell'energia e una riduzione dell'inquinamento, ma nel lungo periodo, anche un ritorno economico".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiera del Mediterraneo, si lavora sul percorso di recupero dell'area

PalermoToday è in caricamento