Parla la prof sospesa: "A Salvini dirò che insegno ai ragazzi a pensare con la loro testa"

Rosa Maria Dell'Aria, punita per non aver vigilato su un video realizzato da alcuni suoi alunni, risponde alla proposta di un incontro avanzata dal vicepremier: "Sono una donna libera, che ama i valori della Costituzione. Il metodo che ho applicato in 40 anni di insegnamento non lo trovo sbagliato. Ruota attorno allo sviluppo del pensiero critico"

Rosa Maria Dell'Aria

Al ministro Matteo Salvini dirò "poche cose: il mio dovere di insegnante è quello di formare buoni cittadini, consapevoli e capaci di pensare con la propria testa, di confrontarsi e accettare anche le opinioni altrui. Questo ho sempre fatto e continuerò a fare finché sarò in servizio". Così in un'intervista a "La Repubblica" Rosa Maria Dell'Aria, la professoressa di italiano dell'istituto Vittorio Emanuele III sospesa per 15 giorni dall'insegnamento per non aver vigilato su un video realizzato da alcuni suoi alunni in cui le immagini della conferenza di presentazione del decreto Sicurezza erano accostate alle leggi razziali. Ieri Salvini si è detto pronto a incontrarla quando verrà in città per la commemorazione del giudice Giovanni Falcone nell'anniversario della strage di Capaci. 

Salvini tende la mano alla prof sospesa: "Felice di incontrarla a Palermo"

"Sono sorpresa. Io - dice la professoressa - non ho remore. Ma mi chiedo cosa voglia dirmi. Il metodo che ho applicato in 40 anni di insegnamento non lo trovo sbagliato. Ruota attorno allo sviluppo del pensiero critico. Ciascuno ha il diritto di esprimere le proprie opinioni, basta che siano frutto di elaborazione libera e non di pregiudizio. Ognuno ha il suo punto di vista. Ma nulla vieta, credo, che in una discussione un gruppo di lavoro possa esprimere una visione critica del decreto Sicurezza".

"Le idee non si censurano": studenti, docenti e sindacati in piazza per la prof sospesa | Video

Ieri in centinaia - allievi, sindacalisti, colleghi, politici - sonos cesi in piazza per manifestare il loro sostegno alla docente. Una mobilitazione alla quale ha partecipato anche il sindaco Leoluca Orlando, che ha anche disposto la pubblicazione del video "incriminato" sul sito internet del Comune.

Lagalla: "Ufficio scolastico adotti iniziativa più mite"

"Altri ragazzi, parlando in classe - aggiunge la docente - hanno invece difeso la normativa. Il mio ruolo è far discutere tutti, non censurare. Il lavoro è dei ragazzi, ma si basa su fonti culturali autorevoli. Su romanzi, ad esempio, che ho proposto io, secondo una metodologia di tutti gli insegnanti: come il libro che ha vinto il premio Strega giovani, 'Questa sera è già domani' di Lia Levi, o come 'Il mare nero dell'indifferenza' di Civati e Segre. Non sono testi rivoluzionari. Sono una donna libera, che ama i valori della Costituzione. Una moderata - dice ancora la professoressa - se proprio lo vuole sapere. Che non ama esporsi e vive con disagio queste ore di celebrità: ho ricevuto più sms e whatsapp oggi che nel resto della mia vita".

Salvini: "Io come Mussolini? Demenziale"

Potrebbe interessarti

  • A cena fuori con tutta la famiglia, quali sono le pizzerie e i ristoranti bimbo-friendly a Palermo

  • Abitare sostenibile, quando il cappotto termico a casa ti salva l'estate e il portafogli

  • Estate uguale esodo al villino, ecco come i palermitani possono arredare la casa al mare

  • Menopausa, quali sono i rimedi naturali che le signore palermitane dovrebbero seguire

I più letti della settimana

  • Vedono donna sola in casa e provano a violentarla: lei urla, marito la salva a suon di cazzotti

  • Tramonta il sogno cinese, crolla l'impero Z&H: sequestrati 7 centri commerciali

  • Lutto nel mondo del tifo palermitano, morto ultras della Curva Nord Inferiore

  • Clamoroso: il Palermo non è riuscito a iscriversi al campionato di serie B

  • Incendio sulla Palermo-Sciacca, pullman dell'Ast divorato dalle fiamme

  • Il boss arrestato: "Mi tolgo il cappello davanti al figlio di Riina"

Torna su
PalermoToday è in caricamento