Cronaca

Mafia, concorso esterno: chiesti otto anni per Saverio Romano

E' iniziato oggi il processo col rito abbreviato nei confronti dell'ex ministro dell'Agricoltura. "Siamo qui perché l'ho chiesto io". La sentenza prevista per giorno 17

Saverio Romano

Il pm Nino Di Matteo ha chiesto la condanna a otto anni di carcere per l'ex ministro dell' Agricoltura Saverio Romano per concorso in associazione mafiosa. Il processo col rito abbreviato è iniziato stamattina al Tribunale di Palermo. L'attuale deputato del Pid è imputato per concorso esterno in associazione mafiosa. A chiedere il rito abbreviato, ammesso dal gup Ferdinando Sestito, era stato lo stesso ex ministro, attraverso i suoi legali.

Oggi si è tenuta la requisitoria dei Pm Nino Di Matteo e Ignazio De Francisci, il 10 luglio toccherà invece alle difese e infine per il 17 è prevista la sentenza. “Oggi siamo qui perché sono stato io, con i miei difensori, a chiedere il processo con il rito abbreviato – ha detto all’AdnKronos l’ex ministro – e il gip del Tribunale non si era ancora pronunciato quindi ho chiesto io di essere processato prima di un eventuale rinvio a giudizio”. Durante le indagini preliminari la Procura aveva chiesto per due volte l'archiviazione per Romano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mafia, concorso esterno: chiesti otto anni per Saverio Romano

PalermoToday è in caricamento