menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Matteo Salvini a Palermo

Matteo Salvini a Palermo

Open Arms, Salvini rinviato a giudizio: "Vado a processo a testa alta"

Il gup Lorenzo Jannelli ha accolto richiesta della Procura, che accusa il senatore di sequestro di persona e rifiuto di atti d'ufficio per il caso dei migranti a bordo della nave della ong ai quali l'allora ministro dell'Interno negò per giorni l'attracco. La reazione del leader leghista: "Prima l'Italia. Sempre"

Matteo Salvini è stato rinviato a giudizio per il caso Open Arms. Il gup Lorenzo Jannelli ha deciso di accogliere la richiesta della Procura di Palermo, che accusa il leader della Lega di sequestro di persona e rifiuto di atti d'ufficio per il caso dei 147 migranti a bordo della nave della Ong ai quali l'allora ministro dell'Interno (era il 2019) negò per giorni l'attracco a Lampedusa. 

In aula a rappresentare l'accusa c'erano il procuratore di Palermo, Francesco Lo Voi, l'aggiunto Marzia Sabella e il sostituto Geri Ferrara. L'avvocato di Salvini, Giulia Bongiorno, aveva chiesto il non luogo a procedere. La prima udienza sarà il 15 settembre.

VIDEO | Salvini: "Processo dal sapore politico"

Per il giudice "Non ci sono gli elementi per il non luogo a procedere di Matteo Salvini. L'udienza preliminare non deve valutare se sussiste o meno la responsabilità penale dell'imputato, ma se ci sono elementi sufficienti a sostenere l'accusa in giudizio e non ci sono elementi per decidere un proscioglimento".  

VIDEO | Orlando: "Tutti dobbiamo rispettare legge"

Prima di conoscere la decisione del gup, Salvini aveva pubblicato sui social un video in cui ringraziava i suoi sostenitori: "Il giudice deciderà dopo le 15 se merito un processo per sequestro di persona, intanto respiro un po' e dico ancora grazie a tutti coloro che mi hanno espresso sostegno e affetto. Mai, mai, mai mollare".  

E sempre ai canali social Salvini ha affidato il primo commento a caldo dopo avere appreso del rinvio a giudizio: "La difesa della Patria è sacro dovere del cittadino. Articolo 52 della Costituzione  - scrive - Vado a processo per questo, per aver difeso il mio Paese? Ci vado a testa alta, anche a nome vostro. Prima l'Italia. Sempre".

Via Twitter arriva anche il commento degli operatori di Open Arms. "Felici  - si legge - per tutte le persone che abbiamo tratto in salvo durante la #Missione65 e in tutti questi anni. La verità del #Med è una, siamo in mare per raccontarla". 

"Violare un diritto fondamentale, come quello della protezione degli esseri umani in mare, per fare propaganda politica è vergognoso e mi fa male come soccorritore", commenta poi il fondatore di Open Arms, Oscar Camps. "E' importante che si vada avanti - aggiunge Camps - ed è assurdo che nel ventunesimo secolo si sia accettato di mettere in discussione la protezione della vita e della dignità delle persone". Il fondatore di Open Arms auspica "che il processo sia l'occasione per giudicare un pezzo di storia europea e per rimettere al centro i principi democratici su cui si fondano le nostre costituzioni".Open Arms-3

Le reazioni

Samonà - "Matteo Salvini sarà processato per avere, da ministro dell'Interno, difeso l'Italia e i nostri confini. Il 15 settembre a Palermo si processerà non soltanto l'uomo e il politico Salvini, ma il nostro Paese, colpevole di avere espresso con dignità la propria sovranità rispetto alle inconcludenti politiche di una Unione Europea che aveva lasciato l'Italia da sola di fronte all'emergenza sbarchi. Il processo di Palermo sarà l'occasione per ristabilire la necessaria verità giudiziaria, politica e storica, non soltanto sulla vicenda Open Arms, ma sul ruolo che il governo Italiano in quella stagione ha svolto nel contrasto all'immigrazione clandestina e ai trafficanti di esseri umani e su quanto l'Europa avrebbe dovuto fare e non ha fatto". Lo dice l'assessore regionale dei Beni Culturali e dell'Identità Siciliana, ed esponente leghista, Alberto Samonà.

De Magistris - "Loro sequestravano e mettevano a rischio la vita di esseri umani disperati, noi a Napoli davamo rifugio ad Open Arms. Restiamo umani". Scrive su Twitter il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris. 

Palazzotto - "Non so se ci sarà un giudice a Palermo o a Berlino che la condannerà per la sua disumanità senatore Salvini, quello che so è che per il momento, anche se si dà molto da fare nella sua veste di lotta e di governo, quella stagione illegittima e disumana è archiviata. Ed è questa la cosa importante: che diritti fondamentali delle persone non vengano violati come quando lei era ministro dell'Interno. Adesso, perché quella stagione non torni, i progressisti hanno il dovere di lavorare ad una nuova agenda sulle migrazioni che si fondi sul diritto e sui diritti. Solo così sconfiggeremo la narrazione xenofoba e nazionalista dei Salvini e degli Orban". Lo scrive in una nota il deputato di LeU Erasmo Palazzotto.  

Calderoli - "E' veramente triste, in termini di giustizia, vedere una richiesta di archiviazione da parte del procuratore a Catania e vedere a Palermo, per fatti sostanzialmente identici, un rinvio a giudizio. Mi spiace per Salvini perché un processo non lo si augura mai a nessuno, ma tanto di cappello per averci messo la faccia sia a Catania che a Palermo e soprattutto per aver rivendicato il suo agire giusto e corretto da ministro degli Interni nella difesa dei confini". Lo afferma il senatore della Lega Roberto Calderoli, vicepresidente del Senato. "Mi spiace - aggiunge - che Salvini debba affrontare un procedimento secondo i tempi lumaca della giustizia italiana, un processo che durerà anni, mi spiace per lui umanamente, ma almeno in fase dibattimentale ci sarà l'occasione per far emergere i fatti alla luce in maniera evidente. Male che ci sia un processo, bene che ci sia una fase dibattimentale per fare emergere il ruolo del presidente del Consiglio e degli altri ministri coinvolti. Ma non solo, occorre ribadire il ruolo della politica che non può soggiacere a chi deve solo applicare le leggi e non deve fare valutazioni su decisioni che sono solo politiche"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento