rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca

Il portale della Regione fa le bizze, lunghe attese per il green pass dopo il tampone in farmacia

Diverse le segnalazioni arrivate dagli utenti che hanno dovuto aspettare anche un'ora per ottenere la certificazione. Il presidente dell'Ordine dei farmacisti di Palermo: "Registrati 'blackout' nei momenti di picco. L'infrastruttura informatica è adeguata?". La replica: "Da noi tutto ok, i problemi riguardano il sistema nazionale"

Pochi minuti per fare il tampone, quasi un’ora per ottenere il green pass. Sono numerose le segnalazioni arrivate dai cittadini che sono andati nelle farmacie per sottoporsi al test e ottenere la certificazione verde base. "Ho dovuto attendere a lungo e mi è stato risposto - racconta una lettrice - che il portale della Regione è andato in tilt e dunque non riescono a stampare nulla".

Lo scorso 6 dicembre è entrata in vigore la normativa che ha portato alla distinzione tra il “super green pass” (o green pass rafforzato) e il certificato base. Già da mesi, però, i test - sia molecolari che antigienici - vengono eseguiti anche nelle farmacie che, su base volontaria, hanno deciso di aderire al progetto dopo l’intesa raggiunta tra la Regione e Federfarma.

L’utente non vaccinato che va in farmacia può sottoporsi al tampone per ottenere il green pass valido 48 o 72 ore (rispettivamente per il test rapido e il molecolare) che è necessario per prendere autobus, aerei, treni, navi e traghetti, per accedere al posto di lavoro, per visitare ospedali e Rsa, per alloggiare in alberghi o strutture ricettive e altro ancora.

“Ieri ci sono state diverse difficoltà - spiega a PalermoToday Mario Bilardo, presidente dell’Ordine dei farmacisti di Palermo - nella piattaforma regionale Sirges Il caricamento dei dati è stato lento e difficoltoso, con i disagi che ne conseguono. Pare che i problemi siano riconducibili ai lavori di manutenzione del sistema, ma alla luce di quanto emerso mi chiedo se l’infrastruttura informatica sia adeguata per elaborare una così grossa mole di dati”.

Dopo la prima fase la piattaforma Sirges dialoga con il Sistema Ts, gestito a livello nazionale, per la stampa delle certificazioni verdi. "Ieri nella mia farmacia - aggiunge Bilardo - abbiamo avuto difficoltà a mandare avanti il lavoro. Di mattina il collegamento funzionava ma era particolarmente lento. Durante la giornata abbiamo registrato alcuni blackout che hanno provocato ritardi nella consegna dei green pass di 30, 45 e anche 60 minuti".

Diversa la versione fornita dalla Regione secondo cui "non ci sarebbero stati problemi particolari, negli ultimi giorni, per la piattaforma Sirges mentre c’è stata qualche difficoltà con il portale nazionale utilizzato per la stampa dei green pass". Va detto però che in diverse farmacie, contattate telefonicamente dalla redazione di PalermoToday, i disagi sono stati più contenuti o pressoché nulli.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il portale della Regione fa le bizze, lunghe attese per il green pass dopo il tampone in farmacia

PalermoToday è in caricamento