Il sindacato Sgb: "Lavoro assente o sottopagato, non c'è nulla da festeggiare"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Oggi, mai come ora, è necessario dedicare un giorno di riflessione al tema del lavoro. Lavoro assente o sottopagato: una mancanza che conduce alla marginalità sociale ed alla povertà. Senza una rapida inversione di rotta,la situazione rischia di peggiorare ulteriormente considerando il termine del blocco dei licenziamenti e la cassa integrazione Covid fissato per il 30 giugno prossimo. Tra l'Italia pre Covid-19 e quella post Covid-19 si sono registrati -945mila occupati e con il 65,7% dei lavoratori impaurito o in ansia e, comunque, preoccupato per il proprio futuro. Oggi incontreremo una delegazione di lavoratori stagionali del turismo, afflitti dalla crisi pandemica. Un comparto a rischio default a causa del Covid che potrebbe subire le strategie aggressive di infiltrazione economica della criminalità organizzata". Lo scrive in una nota il sindacato Sgb.

Torna su
PalermoToday è in caricamento