Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca

Prevenzione del cyberbullismo e utilizzo dei social network, incontro con gli studenti

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Oggi, con l’avvenuta espansione delle piattaforme e la diffusione degli smartphone, il ruolo del web è cambiato profondamente. Parlarne con i ragazzi non è mai una cosa semplice e scontata, specie quando devi dire loro che è assurdo chiamare i network 'social' quando da un punto di vista relazionale di sociale i ‘network’ non hanno proprio nulla. La violenza che si consuma attraverso i social è slegata dalla presenza fisica del bullo e, dunque, basandosi su un’esperienza che non è ‘faccia a faccia’, consente all’aggressore, con un margine di invisibilità, di raggiungere un pubblico di coetanei molto più vasto e incontrollabile per dimensione, qualità, età e cultura. Solo se si interviene velocemente e in maniera costante è possibile prevenire o, per lo meno, limitarne il fenomeno. Ancora una volta il 22 marzo 2023, il CESFAT - Laboratorio di Criminologia e Sociologia Forense - Dipartimento ANS Sicilia - è stato invitato dalla Dirigente Scolastica dell’Istituto Comprensivo Statale Renato Guttuso di Palermo, Prof.ssa Gloria Casimo, a parlare ai ragazzi di Cyberbullismo e utilizzo dei social network. Per l’occasione hanno relazionato il Prof. Andrea Torcivia, Direttore del CESFAT e Presidente dell’ANS Sicilia, il Dott. Rosario Merenda, Ufficiale in quiescenza dell’Arma dei Carabinieri e il Dott. Giuseppe Puleo, Dirigente SIULP e Presidente Associazione Nazionale Polizia di Stato di Bagheria.

Il Prof. Andrea Torcivia, in qualità di Criminologo e Sociologo Forense, ha parlato di educazione digitale e della diffusione del fenomeno del Cyberbullismo verticale, nonché dei reati più frequenti come: diffamazione aggravata, minacce, estorsioni sessuali e della diffusione di materiale pedopornografico legato al fenomeno del sexting. Poi, per educare ad un corretto uso degli smartphone, si è soffermato sull'importanza e sul ruolo del referente al bullismo a cui spetta conoscere, prima di tutti, i casi di Bullismo e Cyberbullismo che si verificano all'interno delle classi, affinché possa intervenire e prendere provvedimenti immediati. Il Dott. Rosario Merenda, nel suo intervento, ha voluto focalizzare l'attenzione sulle azioni risarcitorie legate al fenomeno del Cyberbullismo e delle conseguenze penali per i minori, mentre il Dott. Giuseppe Puleo ha parlato di utilizzo dei social e sicurezza nella rete. L’incontro con gli studenti è stato fortemente voluto, dalla Prof.ssa Grazia Pizzillo, Referente al Bullismo e Cyberbullismo e dalla Prof.ssa Rita Corona che con i dirigenti del CESFAT hanno concordato altre date per sensibilizzare i ragazzi ad un uso consapevole dei social network.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prevenzione del cyberbullismo e utilizzo dei social network, incontro con gli studenti
PalermoToday è in caricamento