rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
Cronaca

“Preoccupante crescita del numero di suicidi fra le forze dell’ordine”, la ricerca del Cogi

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Sono ben 49 i suicidi tra le forze armate dall’inizio del 2022, questo il dato emerso da una ricerca effettuata dal comitato collaboratori di giustizia (CO.G.I.) in collaborazione con l’associazione “Legalità e Libertà” e “Laboratorio Una Donna”. La loro disposizione territoriale il confronto di genere non lascia dubbi sull’uniformità del disagio, che riguarda l’intero apparato delle forze armate. “Incontri, convegni e tante belle parole – dice Maricetta Tirrito, portavoce del CO.G.I.- lasciano il tempo che trovano e non portano ad alcuna soluzione. Occorre un intervento, con priorità d’urgenza con l’istituzione di un nucleo di supporto psicologico che, dopo avere individuato il disagio personale e lavorativo del soggetto, svolga un lavoro di prevenzione e sostegno. Preservando l’integrità del lavoro dei rappresentanti delle forze armate e della loro immagine”. Ed è di lunedì scorso la notizia di una donna delle forze dell’ordine che ha messo fine alla propria vita ricorda Tirrito: “Nella provincia Scaligera in un mese si sono registrati due suicidi di appartenenti alle forze dell’ordine, l’ultimo è stato di una mamma di una bimba di cinque anni che ha messo fine alla sua vita proprio nel suo ufficio con la pistola d’ordinanza. Non si può procrastinare oltre, l’intervento deve essere immediato per evitare ulteriori tragedie”. Ed è a tale scopo che con una lettera al ministro della difesa si è chiesto un incontro: “Abbiamo dato tutta la nostra disponibilità a fornire, in sede di confronto istituzionale, risultanze, soluzioni e suggerimenti, di concerto con il signor ministro” ha concluso Tirrito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Preoccupante crescita del numero di suicidi fra le forze dell’ordine”, la ricerca del Cogi

PalermoToday è in caricamento