rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca

Pensionato legato e rapinato dopo aver prelevato 1.300 euro: due arresti

E' successo a San Lorenzo: la polizia è riuscita a chiudere il cerchio su due colpi dalle dinamiche simili (uno tentato e l'altro messo a segno) risalenti al 19 gennaio e al 1° febbraio scorsi. In manette un 34enne e un 50enne, genero e suocero

Hanno seguito le loro "prede" che avevano appena prelevato in banca, per poi entrare in azione. In manette dopo lunghe indagini, sono finiti genero e suocero, rispettivamente di 34 e 50 anni. L'accusa è di rapina. I poliziotti della sezione “investigativa” del commissariato di San Lorenzo sono riusciti a chiudere il cerchio su due rapine, una tentata e l’altra consumata, risalenti al 19 gennaio e al 1° febbraio. "Due colpi che apparentemente sembravano scollegati tra loro", hanno sottolineato dalla questura. E' stata eseguita un’ordinanza di custodia cautelare domiciliare nei confronti di Francesco Agnello e del suocero Santo Fasone. Quest'ultimo è accusato di avere partecipato ad entrambe le rapine, mentre Agnello soltanto a quella del 1° febbraio.

Questi i fatti: lo scorso 19 gennaio, due coniugi che avevano effettuato delle operazioni bancarie, furono raggiunti sull’uscio della loro abitazione. "La coppia è stata avvicinata da Fasone e Agnello mentre stava tornando a casa, ma il tentativo di rapina è fallito per la loro inattesa reazione - dicono dalla questura -. L'altro colpo, questa volta messo a segno, è stato commesso due settimane dopo. Vittima un pensionato che aveva appena prelevato 1.300 euro in altro istituto bancario, ma nella stessa zona del blitz precedente. L'anziano è stato immobilizzato e rapinato. Nessun elemento, se non la vicinanza 'geografica' delle due banche e dei luoghi delle aggressioni, accomunava i due eventi".

Ma i poliziotti del commissariato San Lorenzo, attraverso minuziose attività d’indagine, sono riusciti a trovare dei preziosi indizi che li hanno portati a Fasone e Agnello. Sono state a lungo scandagliate le telecamere degli istituti di credito e delle strade attraversate delle vittime, perché i poliziotti si sono basati sulla convinzione che fossero state adocchiate già in banca. "Fasone - spiegano dalla polizia - ha partecipato a tutte e due le aggressioni, a differenza di Agnello che è entrato in azione solo nella rapina al pensionato".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pensionato legato e rapinato dopo aver prelevato 1.300 euro: due arresti

PalermoToday è in caricamento