Venerdì, 12 Luglio 2024
Sanità

Schifani sui precari Covid: "Sanitari necessari per colmare carenze organiche, valutiamo sospensione concorsi"

Il presidente della Regione: "Per quanto riguarda gli amministrativi, invece, trattandosi di personale assunto per funzioni che adesso non sussistono più bisognerà valutare se sono maturate le condizioni per un loro assorbimento"

"I sanitari e i parasanitari che sono stati assunti nell'ambito della gestione dell'emergenza Covid potranno essere utilizzati per colmare quelle croniche carenze di organico di cui il sistema sanitario regionale soffre, com'è noto a tutti. E per questo il mio governo sta valutando anche la possibilità di sospendere i concorsi in essere presso le aziende e gli enti per privilegiare chi già svolge una funzione della quale la Regione ha bisogno".  Lo ha detto il presidente della Regione Renato Schifani, a margine della cerimonia di inaugurazione della nuova area di emergenza del Policlinico.

"Per quanto riguarda gli amministrativi, invece, trattandosi di personale assunto per funzioni che adesso non sussistono più - ha aggiunto Schifani - bisognerà valutare se sono maturate le condizioni per un loro assorbimento. Ho voluto io stesso, d'intesa con l'assessore alla Salute Giovanna Volo, la proroga di due mesi per verificare se ci sono possibilità per loro. Ora ci confronteremo e valuteremo".

Intanto, proprio oggi il Comitato Idonei Concorso Collaboratori Amministrativi Cat. D ha espresso "il proprio disappunto per la totale mancanza di considerazione nei confronti della graduatoria, originatasi a conclusione della procedura concorsuale e approvata con delibera del 26 settembre scorso. Attualmente sono 173 gli idonei non vincitori che confidano in uno scorrimento e dunque, in un eventuale reclutamento di personale da parte di Asp Palermo, o di altre aziende sanitarie o enti pubblici che richiedano di attingere unità dalla stessa graduatoria, così come previsto da apposita normativa. Una opportunità che al momento si scontra sia con le rivendicazioni delle procedure di stabilizzazione dei precari Covid, ramo amministrativo, sia con l'indizione di nuovi concorsi pubblici da parte di alcune aziende sanitarie e strutture ospedaliere regionali, nonostante nel mese di Ottobre 2022 si fosse provveduto a informare gli stessi enti pubblici, prima richiamati, dell'esistenza di una graduatoria di idonei per il medesimo profilo professionale e medesima categoria di recente formazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schifani sui precari Covid: "Sanitari necessari per colmare carenze organiche, valutiamo sospensione concorsi"
PalermoToday è in caricamento