rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca Porto Sant'Erasmo

Pranzo solidale dell'Immacolata all'Istituto Padre Messina: lasagne, arrosto di carne e panettone per cento bisognosi

L'iniziativa è stata organizzata dal laboratorio Una donna e dall'associazione Progetto per la Sicilia. Il menù è stato preparato dalla gastronomia Da Arianna e offerto con servizio ai tavoli nel salone addobbato a festa all'interno della struttura sul molo Sant'Erasmo

Festa dell'Immacolata solidale all'Istituto Padre Messina dove oggi si è tenuto un pranzo di comunità per cento persone bisognose provenienti da vari quartieri della città. L'iniziativa è stata organizzata dal Laboratorio Una Donna per la tutela dei diritti delle donne e dei deboli, guidato da Maricetta Tirrito, e dall'associazione Progetto per la Sicilia, presieduta da Giuseppe Arredi, in collaborazione con le associazioni Servizi per la protezione civile e il sociale, Anpas, Gruppo di protezione civile Fante, Radioamatori Era e comitato Croce Rossa. Trenta volontari hanno vigilato sul rispetto delle prescrizioni di sicurezza sanitaria legate alla pandemia.

Lasagne, arrosto di carne con contorno di verdure, panelle e crocchè, mandarini e panettone. E' stato questo il menù preparato dalla gastronomia Da Arianna, al Capo, e offerto con servizio ai tavoli nel salone addobbato a festa all'interno della struttura sul molo Sant'Erasmo dove padre Messina fino al 1949, anno della sua morte, operò con la Casa Lavoro e Preghiera per l'accoglienza degli orfani e dei più bisognosi della città, una missione che prosegue ancora oggi grazie a una Fondazione insieme con le Piccole Suore Missionarie della Carità.

Il pranzo solidale dell'Immacolata all'Istituto Padre Messina

"Ringrazio Maricetta Tirrito, Giuseppe Arredi e tutti i volontari che hanno reso possibile questo pranzo dall'alto valore sociale - dice il consigliere comunale Alessandro Anello, intervenuto alla manifestazione - che s'inquadra perfettamente nelle attività dell'Istituto con la grande attenzione verso le persone più bisognose delle periferie e della costa Sud della città. Tra i nuovi poveri che affollano le mense della solidarietà oggi c'è chi ha perso il lavoro per le conseguenze della pandemia: sono i nuovi invisibili. A Palermo - conclude Anello - la Caritas ha stimato tremila nuove richieste d'aiuto dall'inizio dell'emergenza sanitaria e accessi alle mense aumentati vertiginosamente. Di fronte a questi numeri è importante rivolgere un plauso e sostenere ogni iniziativa di sensibilizzazione che concentri l'attenzione sulle difficoltà che tanti cittadini ogni giorno devono fronteggiare non solo come singoli, ma anche come comunità".


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pranzo solidale dell'Immacolata all'Istituto Padre Messina: lasagne, arrosto di carne e panettone per cento bisognosi

PalermoToday è in caricamento