menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Palazzo delle Aquile, sede del Comune

Palazzo delle Aquile, sede del Comune

Virus e tasse comunali, ok dalla Giunta per far slittare i termini dei pagamenti

E’ arrivata la delibera da ratificare in Consiglio per rinviare al 31 maggio il termine del versamento della prima rata Tari e quella per la scadenza della Tosap, l’imposta sull’occupazione di suolo pubblico

Ok dalla Giunta per far slittare la scadenza dei pagamenti delle imposte comunali. E’ stata firmata ieri la delibera che prevede in via del tutto eccezionale e in attesa di successiva ratifica da parte del Consiglio un differimento dei termini per il versamento delle imposte comunali. Il provvedimento è stato proposto dal sindaco Leoluca Orlando in via d'urgenza, vista l'imminente scadenza della prima rata della Tari e della Tosap, la tassa sull’occupazione del suolo pubblico.

La Giunta ha deciso di differire per tutti al 31 maggio 2020 il termine per il versamento della prima rata della tassa sui rifiuti. Le famiglie che versano in condizioni di difficoltà economica potranno chiedere un'ulteriore proroga al 15 luglio, mediante uno specifico servizio che sarà reso disponibile, anche per utenti non registrati, nel “cassetto tributi” e nella home page del sito istituzionale del Comune di Palermo.

Analogo differimento generale al 31 maggio è stato deciso per la Tosap. Anche in questo caso, per una oggettiva difficoltà economico-finanziaria dimostrabile dal contribuente con le identiche modalità destinate al pagamento della Tari, il termine per il versamento della seconda rata trimestrale della Tosap può essere ulteriormente differito al 15 luglio 2020.

La Giunta ha inoltre deciso che non saranno applicati sanzioni e interessi ai ritardati versamenti della seconda rata trimestrale dell'imposta comunale sulla pubblicità e sulle pubbliche affissioni (Icp), scaduta il 31 marzo 2020, purché la stessa risulti versata entro il 31 maggio 2020 e ancora di prorogare al 31 maggio 2020 le rate relative alle rateizzazioni degli avvisi di accertamento dei tributi comunali in scadenza il 30 aprile 2020 disponendo, inoltre, che le successive rate vengano anch’esse prorogate di un mese rispetto alle scadenze previste nell’iniziale piano di rateizzazione.

"Anche se non esplicitamente previsto dalle norme nazionali adottate fino ad ora - chiarisce il sindaco Leoluca Orlando - abbiamo ritenuto che questo momento di grave crisi economica richieda provvedimenti straordinari.Contemporaneamente chiediamo tutti coloro che non sono colpiti economicamente dalla crisi, come tutti i dipendenti pubblici e coloro che hanno comunque una entrata fissa garantita, di provvedere al pagamento delle imposte. Sarà un modo indiretto di contribuire allo sforzo che il Comune, come tutti gli enti locali, sta facendo per garantire i servizi, potenziando inoltre quelli rivolti alle persone e ai nuclei familiari più deboli".

Sul provvedimento adottato ieri in via straordinaria dalla Giunta e che ha comunque efficacia immediata dovrà in ogni caso esprimersi per ratifica il Consiglio comunale cui spetta di norma il compito di decidere la materia dei regolamenti comunali fra qui quello sui tributi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento