rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca

Matteo Messina Denaro travestito da donna: Palermo tappezzata di poster

"Secondo i magistrati il travestimento è uno stratagemma per scappare", il claim della campagna, realizzata da Klaus Davi e da Pasquale Diaferia. L'obiettivo è quello di aiutare le ricerche del latitante

Matteo Messina Denaro con i capelli lunghi, il rosetto e gli orecchini. Passeggiando per le strade del centro, nella zona di via d'Amelio, del Porto, ma anche allo Zen o nei pressi dell'autostrada, è possibile vedere i poster che raffigurano il latitante travestito da donna. E non è il solo. In giro, disseminati qua e là ci sono anche i poster di altri due boss della 'Ndrangheta, Rocco Morabito e Nicola Assisi. 

A tappezzare Palermo, dopo Reggio Calabria e Milano, Klaus Davi, autore della campagna insieme al pubblicitario Pasquale Diaferia. L'obiettivo è aiutare le ricerche. "I magistrati - spiegano gli ideatori del progetto all'Ansa - hanno più volte raccontato che i boss per fuggire si travestono da donna. Emblematico fu il caso del boss della Camorra Gionta che fu arrestato vestito in abiti femminili".
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Matteo Messina Denaro travestito da donna: Palermo tappezzata di poster

PalermoToday è in caricamento