Cronaca

Zone blu, mille euro a ogni cittadino? Parte class action contro il Comune

L'iniziativa avviata da "Noi consumatori" dopo che il giudice di pace ha accolto un ricorso su delle multe elevate lo scorso 17 gennaio ritenendo illegittimi gli stalli

Strisce blu a Palermo

“Mille euro di danno per ogni cittadino vessato dal balzello delle ‘false’ zone blu”. Una class action è in arrivo contro il Comune per le multe elevate ad auto parcheggiate nelle zone blu senza il ticket di pagamento. Ad annunciare l’azione di gruppo è l’associazione Noi consumatori, che ha già inviato una diffida al sindaco Diego Cammarata, dopo che il giudice di pace ha accolto un ricorso per  “l'annullamento delle multe elevate in quelle che di fatto – secondo l’associazione e anche secondo il giudice di pace - sono le illegittime zone blu del Comune dato che le Ztl sono state bloccate nel 2008 dal Tar Sicilia, che il Comune di Palermo non si è mai dotato di Put (piano urbano del traffico), che gli stalli a pagamento sono ricavati in difformità a quanto previsto dal codice della strada e dalla normativa di raccordo”.

Il presidente di Noi consumatori, Roberto Sauerborn dice che “la base della class action contro Palazzo delle Aquile sarà la sentenza pubblicata nei giorni scorsi”. Il ricorso era legato a contravvenzioni fatte lo scorso 17 gennaio dalla polizia municipale e dagli ausiliari del traffico. Noi consumatori dovrebbe unirsi nell’iniziativa ad altre associazioni. «Quello che oggi abbiamo vinto – conclude Sauerborn - è l'ennesimo ricorso che il giudice di pace di Palermo e non solo  ha accolto perché non è consentito istituire aree a pagamento all'interno delle carreggiate, e perché le zone a pagamento devono essere poste al di fuori degli assi di transito delle automobili”.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zone blu, mille euro a ogni cittadino? Parte class action contro il Comune

PalermoToday è in caricamento