menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Porto di Messina, sbarca dal traghetto con 18 chili di droga: preso palermitano

Partito dalla Lombardia, si era imbarcato con una utilitaria a Villa San Giovanni. Ad "aspettarlo" i cani antidroga. Trovato nel vano bagagli un carico di marijuana di "ottima qualità che avrebbe fruttato quasi centomila euro"

Sbarca al porto di Messina con 18 chili di droga e viene arrestato. Finisce in manette un palermitano di 28 anni. Il giovane era partito dalla Lombardia e si era imbarcato con una utilitaria a Villa San Giovanni, sbarcando poi nella città peloritana. I finanzieri del Gruppo di Messina lo hanno fermato per un controllo di routine, effettuato con l'aiuto dei cani antidroga.

"Il ventottenne - spiegano dagli uffici stampa delle Fiamme gialle - al momento del controllo ha dato evidenti segni di agitazione. I militari, pertanto, basandosi anche sul fatto che il giovane aveva precedenti in materia di stupefacenti, hanno effettuato un approfondito controllo del veicolo".

Dopo una minuziosa perquisizione, gli uomini della guardia di finanza sono riusciti a scoprire quattro involucri di marijuana abilmente nascosti nel vano bagagli: erano stati appositamente confezionati per cercare di sfuggire al fiuto dei cani antidroga. "Marijuana di ottima qualità - dicono i finanzieri per un peso complessivo di diciotto chili. Questa sostanza, una volta immessa sul mercato, avrebbe fruttato quasi centomila euro". Il trafficante palermitano è stato arrestato e condotto nel carcere Gazzi di Messina. Adesso è a disposizione del giudice.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento