Porto, si imbarca sul traghetto con 13.500 euro in contanti: fermato

Un uomo di origine tunisina è stato bloccato dalla guardia di finanza e multato per aver provato a portare all'estero oltre 250 banconote di grosso taglio, ben nascoste dentro la sua valigia

Le banconote sequestrate

E' stato bloccato al porto mentre si stava imbarcando su un traghetto in partenza con la Tunisia con 13.500 euro in contanti: oltre 250 banconote di grosso taglio, ben nascoste dentro la sua valigia. Un uomo di origine tunisina è stato fermato dai finanzieri del primo Nucleo Operativo Metropolitano, in collaborazione con i funzionari dell’Ufficio delle Dogane.

Le Fiamme Gialle hanno effettuato un controllo di natura valutaria in quella che viene chiamata "area Extra-Schengen” del porto palermitano: uno spazio riservato ai controlli di persone, veicoli e merci in partenza verso l’estero. "L'uomo è stato bloccato e immediatamente sanzionato amministrativamente e ammesso al pagamento con contestuale oblazione - dicono dalla guardia di finanza -. L’intervento rientra nell’ambito della costante attività rivolta da parte da Finanza e dell’Agenzia delle Dogane a presidio della trasparente circolazione dei flussi finanziari transnazionali, a tutela dell’economia del Paese, scongiurando che le somme provenienti da illeciti o da attività “in nero” possano spostarsi illegalmente all’estero senza lasciar traccia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

Torna su
PalermoToday è in caricamento