"Proiettili contro Bmw con bimba a bordo": parte udienza preliminare per 3 palermitani

Tentato omicidio ai danni di un corriere palermitano e la sua famiglia: a distanza di 5 anni dall'operazione della polizia agrigentina "Fermi tutti" - che ha messo fine a una faida tra bande rivali - l'inchiesta approda in aula

Subito un rinvio all’udienza preliminare scaturita dall’operazione "Fermi tutti" - eseguita dai poliziotti del commissariato di “Frontiera” e dagli agenti della squadra mobile - nei confronti dei presunti componenti di due bande rivali dedite a spaccio di droga, rapine e intimidazioni. E' iniziato, a distanza di cinque anni dal blitz, il procedimento a carico di undici imputati nei cui confronti il pubblico ministero Simona Faga ha chiesto il rinvio a giudizio.

Tra loro ci sono anche il palermitano Francesco “Paolo” Tarantino, 32 anni, accusato di tentato omicidio nei confronti di Francesca Paola Montesano, 34 anni e Gaetano Massei, 29 anni, entrambi di Palermo e anche loro indagati. Al centro della vicenda ci sono i presunti componenti di due bande rivali dedite a spaccio di droga, rapine e intimidazioni. Vicenda che adesso approda in aula per l'udienza preliminare.

Le accuse a vario titolo sono di detenzione e porto illegale di armi da sparo, fabbricazione e trasporto in luogo pubblico di bottiglie incendiarie, danneggiamento, minacce aggravate, rapina e detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Le indagini della polizia, inoltre, avrebbero consentito di fare luce su una serie di episodi intimidatori che si sono verificati a Porto Empedocle e pure sul tentato omicidio della coppia palermitana. 

Il palermitano Francesco “Paolo” Tarantino, 32 anni, è accusato di tentato omicidio insieme ad altri cinque agrigentini. Nel mirino la coppia di Palermo, Gaetano Massei e Francesca Paola Montesano, destinataria di una serie di colpi di pistola e fucile a pallettoni, mentre si trovava in auto insieme a una bambina. "Gli agrigentini - sostiene l'accusa - volevano sottrarre ai palermitani una partita di quasi otto chili di hashish". Carico trasportato da Palermo a Porto Empedocle sulla Bmw di Massei. Tarantino, peraltro, negli anni successivi all'operazione sarebbe passato dalla criminalità spicciola a quella organizzata venendo "arruolato" nella famiglia mafiosa di Porto Empedocle. Il trentaduenne è stato, infatti, arrestato e condannato a 10 anni di reclusione nell'ambito dell'inchiesta "Icaro" con le accuse di associazione mafiosa ed estorsione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scene da far west ai Danisinni, sparatoria in strada: tre feriti, coinvolta una ragazza

  • "Battute sui siciliani": milanese cacciato da un b&b in centro

  • La mafia imponeva i suoi buttafuori nei locali notturni: scattano 11 arresti

  • Suicidio in carcere, detenuto palermitano di 20 anni si toglie la vita

  • I boss decidevano i buttafuori dei locali: ecco i nomi di tutti gli arrestati

  • Precipita da una balconata: grave giovane palermitano

Torna su
PalermoToday è in caricamento