rotate-mobile
Cronaca

Porto, dopo 2 anni torna in funzione il molo Vittorio Veneto: disposto il dissequestro

Si conclude così la vicenda iniziata a fine 2015 per alcune criticità strutturali. Adesso all'Autorità portuale serviranno due mesi per ripristinare le banchine. Il presidente Monti: "Opere di riqualificazione lo renderanno uno scalo moderno e accogliente"

Dissequestrato dopo due anni il molo Vittorio Veneto. Dopo la richiesta avanzata dalla Procura e accolta dal giudice sono stati rimossi i sigilli apposti nella banchina sud a ottobre 2015 (quella nord tre mesi dopo) per alcune criticità strutturali che avrebbero costituito un pericolo per l’incolumità pubblica. A seguito della segnalazione l’Autorità portuale aveva redatto un progetto per ripristinare entrambi gli approdi aggiudicando i lavori per un importo complessivo di 1,7 milioni di euro.

Una volta approvato il provvedimento l’Autorità portuale aveva avviato e terminato le opere di consolidamento, chiedendo e ottenendo quindi il dissequestro temporaneo dell'area per la realizzazione dei lavori. Dopo aver redatto una perizia tecnica di carico richiesta dalla Procura, però, il gip decise di non togliere i sigilli alla fine di agosto dello scorso anno continuando a ravvisare elementi di pericolosità. Chiuso il capitolo del sequestro serviranno circa due mesi per “resuscitare” le banchine e permettere alle navi da crociera di tornare a ormeggiare lì.

"Nei mesi scorsi è stato avviato un percorso che certamente muterà il volto del porto. La struttura - spiega in una nota Pasqualino Monti, presidente dell'Autorità portuale - ha lavorato in maniera intensa negli ultimi mesi per dare il colpo di reni ai lavori necessari e coniugare due esigenze: un porto sicuro e una banchina collaudata e l’avvio delle opere di riqualificazione indispensabili per passare da un concetto obsoleto di porto a quello uno di scalo moderno e accogliente".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto, dopo 2 anni torna in funzione il molo Vittorio Veneto: disposto il dissequestro

PalermoToday è in caricamento