Volontari del Wwf liberano il mare di Porticello dei rifiuti e una Caretta Caretta torna "a casa"

Attivisti, simpatizzanti e cittadini daranno vita a una giornata di pulizia dei fondali e delle calette attigue al porticciolo. Verranno adottate le misure di prevenzione anti-covid

Continua l'attività di sensibilizzazione ai temi ambientali del Wwf Sicilia nord occidentale con un evento nell'ambito dei progetti #GenerAzioneMare e #PlasticFree del Wwf Italia. Sabato 25 luglio dalle 9:30 volontari, attivisti, simpatizzanti e cittadini daranno vita a una giornata di pulizia dei fondali e delle calette attigue al porticciolo di Porticello. Sarà anche rilasciata in mare una tartaruga Caretta Caretta curata presso l'Istituto zooprofilattico di Palermo. 

Verrà svolta una raccolta di rifiuti dai fondali marini grazie alla collaborazione con Wwf Sub e le associazioni: "Corpo Italiano Soccorso dell'Ordine di Malta" di Palermo; "Magna vis" di Trabia; "la Città che Vorrei"; Lega Navale sez. Aspra e i diving: Blue Shark, Blue Aura e ASD Mari e Venti. L'iniziativa ha il patrocinio del Comune di Santa Flavia e della capitaneria di porto di Porticello.

Chiunque può partecipare alla raccolta di plastica dalle calette prospicienti la zona portuale, sono consigliati guanti personali e una borraccia d'acqua. Il Wwf e le associazioni saranno presenti con desk informativi sulle attività di tutela ambientale del mare e delle coste. Verranno adottate le misure di prevenzione anti-covid in vigore (mascherina, al bisogno, distanziamento e divieto di assembramenti).

Già lo scorso 13 luglio, nel porto di Cefalù, i sub si sono occupati della pulizia del fondale, mentre tanti volontari hanno raccolto i rifiuti presenti sulla spiaggia antistante il molo. Durante la pulizia della spiaggia sono stati raccolti rifiuti di ogni tipo: non solo pezzi di plastica, polistirolo, bidoni, bottiglie e boe, ma anche parti di un frigorifero, bombolette e perfino la rete a doghe di un letto. Non sono da meno i rifiuti rinvenuti dai sub nel fondale: copertoni, pezzi di pannello di quadri elettrici, sedie, parti di motori, pezzi di reti abbandonati e un condizionatore split intero.

Dall’inizio di giugno sono già state numerose le attività di pulizia delle spiagge, la prima all’Oasi di Burano, in Toscana, poi a Licata, Torre Salsa, Brindisi e Fregene dove i giovani di Wwf Young hanno organizzato una pulizia dell’Oasi Wwf di Macchiagrande. In programma nei prossimi giorni anche una pulizia a Crotone, mentre a settembre si terranno una pulizia a Napoli e una dei fondali del lago di Garda. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • "Caricate i posti o la Sicilia diventa zona rossa": bufera per l'audio del dirigente della Regione

  • Dal nuovo Riina al nipote di Michele Greco, boss ballano la techno: spot shock di Klaus Davi

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento