Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

Nasce il “Pool antiviolenza e per la legalità”: donne in campo per aiutare altre donne

L'iniziativa è dell’Inner Wheel Palermo Normanna. Ne fanno parte avvocati donna, esperte nel penale e nel diritto di famiglia

Un team di donne in campo per aiutare le altre donne a dire "no" alle violenze. Sabato alle 16,30 a Palazzo Comitini, alla presenza del sindaco Leoluca Orlando, di Lucia Annibali e dell'avvocato Gian Ettore Gassani, l’Inner Wheel Palermo Normanna presenta il primo “Pool antiviolenza e per la legalità”.

Un gruppo ai avvocati donna, esperte nel penale e nel diritto di famiglia, avranno il compito "di diffondere la cultura della legalità e della non violenza con dibattiti nelle scuole, con manifestazioni che non si limitino al 25 novembre oppure all'8 marzo". Ne faranno parte:  Angela Fundarò Mattarella, Giada Traina e Caterina D'Amato esperte in diritto di famiglia, Angela Morettino, le dirigenti del Tribunale di Palermo Marina Ribaudo e Delia Romano. Coinvolta anche Lucia Petrucci, scampata dall'aggressione da parte dell'ex fidanzato che però uccise la sorella Carmela.

“Non saremo un centro d'ascolto come le altre associazioni – spiega Angela Fundarò Mattarella, presidente del Club Inner Wheel e ideatrice dell’iniziativa - non ci sovrapporremo alle altre associazioni, abbiamo un compito diverso, e cioè un supporto  gratuito di consulenza legale e il trait d'union per le denunce spontanee presso gli organi preposti, ponendoci come punto di riferimento in  una società un po’ distratta. Il punto focale di questo team, sarà quello di tenere costantemente  alta l'attenzione sul problema, rivolgendosi ai giovani sin dai banchi di scuola, motivandoli con borse di studio,  frequenza dello sport, come abbiamo già fatto anche in passato.cUn compito che abbiamo svolto in alcune scuole, ma che certamente sarà adesso organizzato e capillare. A tal proposito, l'assessore alla Formazione Roberto Lagalla, ha già dato piena disponibilità per la stipula di un protocollo d'intesa comune”.

Durante l'incontro sarà presentato il libro "C’eravamo tanto aRmati", di Gian Ettore Gassani. Saranno presenti anche Daniela Troja, presidente della sezione penale di Trapani, e il vicequestore Rosaria Maida, da sempre in prima linea sulle denunce di vittime di violenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce il “Pool antiviolenza e per la legalità”: donne in campo per aiutare altre donne

PalermoToday è in caricamento