Cronaca Uditore-Passo di Rigano / Viale della Regione Siciliana

Ponte Corleone, ecco il commissario per la messa in sicurezza: è Matteo Castiglioni

Si tratta del direttore operation e coordinamento territoriale di Anas. Lo ha nominato il ministro delle Infrastrutture. Lo scorso gennaio era stato il presidente del Consiglio Totò Orlando a chiedere un intervento del governo per sbloccare i lavori. "Conferma che proposta era frutto di una approfondita valutazione". Varrica (M5S): "Ottenuto inserimento raddoppio e svincolo Perpignano”

Il Ponte Corleone

Il ministro delle Infrastrutture, Enrico Giovannini, ha nominato Matteo Castiglioni commissario per il raddoppio e la messa in sicurezza del Ponte Corleone. Castiglioni è direttore operation e coordinamento territoriale di Anas. A renderlo noto è il presidente del Consiglio comunale, Totò Orlando, che lo scorso gennaio aveva chiesto un intervento del governo nazionale per sbloccare i lavori al Ponte Corleone, attualmente transitabile con un restringimento di carreggiata che quotidianeamente manda in tilt il traffico. Un'iniziativa autonoma, non concordata con il sindaco Leoluca Orlando, con un seguito due mesi dopo (a marzo) a Roma, dove il presidente del Consiglio (frattanto passato a Italia Viva) ha incontrato il viceministro Teresa Bellanova.

Adesso, la nomina di Castiglioni viene accolta "con estrema soddisfazione" da Totò Orlando, che rivendica il risultato politico ottenuto da Italia Viva: "E' la conferma che la proposta da me lanciata nel gennaio di quest’anno con una nota ufficiale all'allora ministro De Micheli, era frutto di una approfondita valutazione fatta con esperti del settore. Se oggi Palermo vede una prospettiva a breve termine per la risoluzione del problema,deve essere grata al senatore Davide Faraone, che ha seguito personalmente e coinvolto l’intera deputazione di Italia Viva, per l’inserimento dell’infrastruttura nel Dl semplificazioni, che ha consentito al ministro la nomina del commissario. Formuleremo personalmente gli auguri di buon lavoro al commissario, in un incontro già programmato".  

Sulla nomina di Castiglioni interviene anche il M5S con il deputato nazionale Adriano Varrica, che comunica "l'ampliamento del commissariamento governativo dalla sola messa in sicurezza del Ponte Corleone inizialmente annunciata ad altri due interventi: il raddoppio del Ponte Corleone e la realizzazione dello svincolo Perpignano". Seguono anche qui ringraziamenti, stavolta al sottosegretario Giancarlo Cancelleri. "Grazie al suo lavoro viene accolta la mia proposta, formalizzata anche con interpellanza parlamentare oltre tre mesi fa, di nominare un commissario governativo che non si occupasse esclusivamente della messa in sicurezza del Ponte Corleone, ma che seguisse in unica soluzione anche la costruzione delle bretelle laterali del ponte stesso e la realizzazione dello svincolo Perpignano". Il sottosegretario Cancelleri sottolinea "la competenza comunale sull'opera, sulla quale però abbiamo deciso di intervenire sia con un commissario sia con i fondi necessari".

Il "ping pong" politico non si ferma qui. "Siamo felici che perfino il M5S si sia ricreduto e sia passato dal considerare il commissariamento irrealizzabile a esultare per la sua concretizzazione". Così il capogruppo dei renziani in Consiglio, Dario Chinnici, sottolineando "che Italia Viva mantiene i suoi impegni con i palermitani: grazie al lavoro del capogruppo al Senato Davide Faraone e del presidente del Consiglio comunale, Totò Orlando, la nostra città potrà finalmente accelerare le procedure per realizzare lavori che si attendono da troppi anni e che garantiranno l’incolumità degli automobilisti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte Corleone, ecco il commissario per la messa in sicurezza: è Matteo Castiglioni

PalermoToday è in caricamento