menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sopralluogo già effettuato sul Ponte Corleone

Il sopralluogo già effettuato sul Ponte Corleone

Ponte Corleone, slitta il restringimento: "Una settimana per installare la segnaletica"

La riduzione della carreggiata doveva scattare questa settimana. Si profila un periodo nero per il traffico, coi mezzi pesanti che dovranno entrare in città. Incognita sulla durata dei lavori. Totò Orlando: "I disagi potrebbero gravare sul ponte di via Oreto, già osservato speciale"

Da stasera l'Amat inizierà a collocare la segnaletica in vista del restringimento delle carreggiate sul ponte Corleone. Ne dà notizia l'assessore comunale alla Mobilità, Giusto Catania, riferendo che "le operazioni potrebbero durare tutta la settimana, almeno quattro giorni, visto che l'Amat sarà impegnata nelle ore notturne". L'effettiva riduzione della carreggiata annunciata per oggi dal Comune slitterà dunque alla prossima settimana.

Per effettuare alcune verifiche sulla struttura e programmare i necessari interventi di manutenzione sarà necessario interdire il transito delle auto nelle corsie esterne, a ridosso dei marciiapiedi. In una relazione dei vigili del fuoco redatta in seguito a sopralluoghi e verifiche, effettuate anche con l'ausilio di droni, vengono evidenziate fessurazioni del manto stradale in corrispondenza dei giunti (che dovranno essere tutti controllati) e delle "spalle", infiltrazioni d'acqua, distacchi, ferri a vista, ossidazione delle armature e ammaloramenti vari del ponte, che rendono urgenti i lavori. 

Un'ordinanza del sindaco Leoluca Orlando - che entrerà in vigore non appena sarà installata la segnaletica - sono state stabilite le nuove regole di transito: le auto potranno attraversare il ponte solo nella corsia centrale (sia in direzione Catania sia in direzione Trapani) ad una velocità massima di 30 chilometri all'ora; mentre saranno chiusi al transito dei pedoni i marciapiedi fino a quando non saranno ripristinate le barriere di protezione. Come già previsto, il transito sarà inibito ai veicoli con massa superiore a 26 tonnellate, che verranno smistati su percorsi alternativi.

Si profila un periodo da ingorghi e invasione dei mezzi pesanti in arterie centrali, con la città che sarà letteralmente spaccata in due. Camion e tir che provenienti dall'autostrada Mazara del Vallo-Palermo s'immettono in viale Regione Siciliana, allo svincolo di via Ernesto Basile, dovranno imboccare corso Tukory, via Perez fino a corso dei Mille e dopo il sovrappasso di via Giafar tornare in circonvallazione con inversione di marcia a Bonagia. Mentre chi entra in città dallo svincolo Giafar dovrà arrivare a piazza Torrelunga, proseguire per corso dei Mille e scendere sino al Foro Italico per poi raggiungere via Belgio e ritornare in viale Regione Siciliana. Insomma, giri mostruosi che andranno sicuramente ad appesantire il traffico.

"L'avvio delle attività di ispezione e messa in sicurezza delle strutture del ponte Corleone non può cogliere di sorpresa - afferma il presidente del consiglio comunale Totò Orlando - ma piuttosto è la conferma che la manutenzione di un’opera essenziale per l'accessibilità a Palermo non è più rinviabile. Confermo il convincimento che le circostanze richiedano un impegno straordinario che soltanto i poteri di un commissario ad hoc possono garantire a legislazione vigente e del quale ho chiesto la nomina al ministro delle Infrastrutture e Trasporti. Ho chiesto all’'amministrazione inoltre di conoscere con urgenza il tecnico incaricato della direzione dei lavori e se quest'ultimo abbia già imposto all'impresa esecutrice la doppia turnazione, ovvero di proseguire in orario notturno gli interventi richiesti in ultimo dai vigili del fuoco. E' infatti di tutta evidenza che i disagi alla circolazione stradale che potrebbero causare l'incremento del transito su un’altra opera osservata speciale - il ponte di via Oreto - dipenderanno dalla durata prevista per la messa in sicurezza che al momento gli uffici tecnici, per quanto mi risulta, non sono in grado di quantificare".

Un'incongnita quest'ultima anche per l'assessore Catania: "Ancora non abbiamo contezza della tempistica".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Palermo usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento