Cronaca

Arrestano il padre per una rapina, poi comprano regalo di Natale al figlioletto

Protagonisti alcuni poliziotti che nei giorni scorsi hanno fermato un pregiudicato a Ballarò. Il bambino di 6 anni avrebbe passato le feste lontano dal papà, così hanno deciso di fare una colletta e regalargli un paio di scarpe e un pandoro da mettere sotto l'albero

A Natale si sa, si diventa tutti un po' più buoni. Ma quel gesto, per quel bambino di sei anni, avrà avuto un sapore decisamente speciale. Gli avevano appena arrestato il padre, autore di una rapina "mordi e fuggi" ad una donna in via Ughetti, nel quartiere Villaggio Santa Rosalia. Dopo averle strappato la borsa dalle mani, l'uomo ha cercato disperatamente la fuga, prima di farsi "beccare" dai poliziotti sotto a al letto di casa sua e lasciarsi ammanettare. I poliziotti, dopo le formalità di rito, hanno svestito per un attimo la loro divisa decidendo di indossare quella di Babbo Natale, regalando un sorriso, un paio di scarpe ed un pandoro ad un bambino a cui sarebbe toccato passare le festività lontano dal padre.

L'uomo, un pregiudicato di 43 anni noto alle forze dell'ordine per la sua lunga fedina penale fatta di rapine, furti e spaccio, è stato tradito dopo il "colpo" dalla reazione della vittima e di alcuni testimoni, che hanno preso la targa del mezzo con il quale era fuggito. Gli agenti, grazie a quel dettaglio e all'identikit fornito dalla vittima, hanno rintracciato la sua auto sotto casa, nel cuore di Ballarò, con il motore ancora caldo. Era riuscito appena a tornare a casa quando i poliziotti hanno fatto irruzione nella sua abitazione, trovandolo ancora sudato e nervoso nel suo improvvisato nascondiglio. Dopo averlo fermato lo hanno fatto riconoscere alla vittima dello scippo, e per lui si sono aperte le porte del carcere.

Fra le mura di quella casa c'era anche il piccolo. Sei anni appena e la prospettiva di un Natale diverso, incompleto, senza doni sotto l'albero. O almeno senza uno: quello del padre. Guardando in quei piccoli e profondi occhi, i poliziotti che avevano ammanettato poco prima il padre hanno deciso di fargli un dono, tanto piccolo quanto significativo. Dopo aver raccolto una quota l'uno e dei cestini per il pranzo dalla mensa della caserma Lungaro, gli agenti del Commissariato e delle volanti sono tornati in quella casa per restituire una parentesi di felicità e spensieratezza a quel bambino, comprandogli un paio di scarpe che potessero sostituire quelle malridotte che calzava ai piedi ed un pandoro. A Natale si sa, si diventa tutti un po' più buoni e, forse, quel bambino lo ricorderà per sempre.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestano il padre per una rapina, poi comprano regalo di Natale al figlioletto

PalermoToday è in caricamento