La polizia traccia il bilancio di un anno tra i banchi di scuola: incontrati quasi 10 mila studenti

Sono questi i numeri del progetto "Train to be cool". Un'iniziativa che, oltre a educare alla legalità, ha anche il fine di istradare alla sicurezza in ambito ferroviario i giovani e che quest'anno, per la prima volta, ha interessato anche gli istituti primari

Circa 90 incontri nelle scuole di ogni ordine e grado e quasi diecimila studenti (+78%) incontrati. Sono questi i numeri del progetto "Train to be cool" che ha visto la polizia ferroviaria tra i banchi durante l'anno scolastico appena conclusosi. Un'iniziativa che, oltre ad educare alla legalità, ha anche il fine di istradare alla sicurezza in ambito ferroviario i giovani e che quest'anno, per la prima volta, ha interessato anche gli istituti primari.

In particolare i trainers della Polfer della Sicilia Occidentale, che si dedicano all’attività nelle scuole delle province di Palermo, Agrigento, Caltanissetta e Trapani, hanno presentato il lavoro degli agenti e l’attività di prevenzione da incidenti in ambito ferroviario a circa 4 mila studenti, un numero in netta crescita (+81%) rispetto all’anno scolastico precedente quando erano stati incontrati 2195 alunni.

A questi si devono aggiungere i circa 2.800 ragazzi che hanno interagito con gli agenti della polizia ferroviaria nel corso di eventi di piazza o fieristici come la “Festa dell’Onestà”, “Orienta Sicilia” e il 167esimo anniversario della polizia, appuntamenti a cui la Polfer è stata presente con il proprio stand.
Al centro di tutte le attività, sia nelle scuole che nelle piazze ma anche a bordo treno, sono stati gli studenti che, dopo essere stati informati dei pericoli, più o meno nascosti, dell’ambiente ferroviario, sono stati messi alla prova dai poliziotti attraverso quiz e giochi per testarne l’attenzione, l’influenzabilità nell’ambito di un gruppo e la capacità di svolgere più azioni in contemporanea.

In particolare, sono stati affrontati i rischi legati all’attraversamento dei binari o dei passaggi a livello chiusi, l’uso del cellulare e delle cuffiette quando si è nelle vicinanze dell’ambiente ferroviario, l’importanza di rimanere distanti dalla linea gialla, il rischio legato ai selfie estremi ecc. In diverse circostanze, dalle “lezioni teoriche”, si è passati alla “prova pratica” attraverso viaggi a bordo treno accompagnati dagli operatori della polizia ferroviaria per meglio evidenziare cosa accade e come comportarsi quando si ci muove con il treno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questa esperienza “live” ha riscontrato grande entusiasmo soprattutto nelle classi primarie in quanto molti bambini non erano mai stati a bordo treno. Nel corso dei “live” gli studenti hanno avuto anche la possibilità di visitare la sala operativa della Polfer e, grazie alla collaborazione di Trenitalia e di Protezione Aziendale, anche le rispettive sale operative ed altri ambienti ferroviari. "Se con la fine dell’anno scolastico, la polizia ferroviaria - fanno sapere dalla Questura - dà appuntamento agli alunni, con Train to be cool, alla riapertura delle scuole, la vigilanza della Polizia Ferroviaria sul proprio territorio di competenza non va in vacanza, anzi la prevenzione e la repressione dei 'comportamenti anomali' si rafforza soprattutto nelle stazioni delle città d’arte e/o di note località balneari che vedranno un notevole incremento del flusso dei viaggiatori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: scatta il coprifuoco dalle 23

  • Ordinanza di Orlando, divieti non solo in centro: "Ecco le strade dove non ci si potrà fermare"

  • Conte firma il nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata l'ordinanza di Musumeci

  • Regione, nuova stretta anti Covid: locali chiusi alle 23, dad nei licei e trasporti dimezzati

  • Piazza di Mondello, chiuso ristorante: "Bagno senza sapone e lavoratori in nero"

  • Le mosse anti Covid di Orlando: nessun coprifuoco ma divieto di sostare in strada

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento