Polizia, Dario Sallustio nuovo vicario del questore di Palermo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Promozioni e trasferimenti ad altre sedi hanno determinato un cambiamento della fisionomia di alcuni uffici e articolazioni della questura del capoluogo siciliano. Dopo la promozione a dirigente superiore e il trasferimento a un’articolazione del ministero, del vicario del questore, Giuseppe Bellassai, è stato designato dal ministero dell’Interno, quale suo sostituto, Dario Sallustio, ex vicario del questore di Potenza. Nato a Torino, 51enne, già Ufficiale della guardia di finanza, è primo dirigente della polizia di Stato; a Roma, per circa 5 anni ha diretto una delle divisioni operative della direzione centrale anticrimine; in precedenza ha prestato servizio in varie sedi, tra cui Palermo, Foggia e Bari, con esperienze anche in Sardegna, Calabria e Toscana dove si è occupato prevalentemente del contrasto ai sequestri di persona; laureato in Giurisprudenza e Scienze delle pubbliche amministrazioni, è, dal 2002, criminologo clinico e, in tale veste, ha pubblicato diversi articoli su riviste specializzate ed insegnato presso Università, Istituti Superiori, nonché presso la scuola superiore di polizia, deputata alla formazione della classe dirigente della polizia di Stato

Dopo quasi quattro anni di permanenza, quale capo di gabinetto della questura, Serafina Fascina è stata promossa e le è stato conferito il prestigioso nuovo incarico presso la questura di Catania, quale vicario del questore. Il ruolo di capo di gabinetto della questura di Palermo, dopo essere stato promosso al grado di primo dirigente, è stato assegnato a Virgilio Alberelli.

Alcuni movimenti hanno coinvolto anche commissariati cittadini e articolazioni della questura. Tali spostamenti hanno preso, per altro, le mosse dalla recente decisione ministeriale, attuata tramite decreto, di elevare al rango dirigenziale il commissariato “Bagheria” e l’Ufficio personale. Al commissariato dell’importante centro della provincia palermitana è stato trasferito Leoluca Rocchè, primo dirigente, proveniente dal commissariato “Zisa-Borgo Nuovo”, al quale è stato affiancato, come vice, il commissario capo Giuseppe Ambrogio, in precedenza responsabile della centrale operativa della questura. Nell’importante presidio cittadino, Rocchè verrà sostituito dal Rosa La Franca, primo dirigente, per anni a capo del commissariato “Libertà”. Quest’ultimo Ufficio sarà, invece, diretto dal vicequestore aggiunto, Carla Potenzone. A dirigere l’ufficio personale, anch’esso elevato al rango dirigenziale,
è stato trasferito il primo dirigente, Giuseppe De Blasi, proveniente dal commissariato “Oreto-Stazione”, alla dirigenza del quale è stata assegnata Rosalba Zavaglia, vice questore aggiunto

Torna su
PalermoToday è in caricamento