Cronaca

Bambino salvato da due poliziotti, la storia commuove il mondo del web

Pioggia di "like" per la foto del piccolo Gabriele con la mamma e i suoi "angeli". L'immagine è stata postata da "Agente Lisa", l'account social della polizia ideato e gestito dall'Ufficio relazioni esterne e cerimoniale

Gli agenti di polizia in compagnia di Gabriele e della mamma - foto Agente Lisa

Una foto ricordo con i due "angeli" che gli hanno salvato la vita. Gabriele sta bene e sorride in braccio alla mamma, accanto ci sono Massimiliano Tuzzolino e Stefano Calandra. I due agenti del commissariato Brancaccio che domenica scorsa hanno corso per quasi un chilometro (facendosi strada tra auto e scooter incolonnati nel traffico) con in braccio il piccolo di 18 mesi, in piena crisi respiratoria, riuscendo a portarlo in tempo al Buccheri La Ferla (LEGGI ARTICOLO). Consentendo ai medici di salvargli la vita.

La storia ha commosso il web. Un pioggia di "like" e condivisioni sui social. Ieri il post dell'"Agente Lisa", l’account ideato e gestito dall’Ufficio relazioni esterne e cerimoniale della polizia, è stato “assaltato” dagli utenti Facebook che hanno rivissuto quell’intervento “eroico” con l'appassionato racconto del "poliziotto virtuale", accompagnato da una foto dei due agenti protagonisti della storia, del piccolo Gabriele e della mamma.

“Stefano nel frattempo, con un cenno di intesa, è scattato avanti più veloce - scrive l’agente Lisa - ancora per andare ad avvisare i medici e farli trovare pronti all’arrivo del piccolo. E così è stato. Massimiliano stremato e senza fiato ha trovato, pronta ad aspettarlo, un’équipe che ha preso in consegna il piccolo e lo ha salvato”. Una storia che ha commosso il nonno del piccolo Gabriele, convincendolo a scrivere una lettera al questore di Palermo per ringraziare i poliziotti. “Quando li sente al telefono, perché Massimiliano ormai è di famiglia, gli dice che un caffè è sempre pronto per lui e per Stefano”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bambino salvato da due poliziotti, la storia commuove il mondo del web

PalermoToday è in caricamento