menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Facebook

Foto Facebook

"Nessuno tocchi Rosalia", al Politeama flash mob contro la violenza sulle donne

L'idea è del coordinamento antiviolenza 21 luglio, della onlus Le Onde e del coordinamento Palermo Pride. Ha aderito anche Serena Dandini, autrice dello spettacolo "Ferite a Morte"

Le donne non si toccano neppure con un fiore. Un concetto che semplici cittadini e rappresentanti delle istituzioni hanno voluto ribadire ieri davanti al Politeama con un flash mob. L'iniziativa - "Nessuno tocchi Rosalia, neanche con un fiore" - è stata organizzata dal coordinamento antiviolenza 21 luglio, dalla onlus Le Onde e dal coordinamento Palermo Pride, con l'adesione di Serena Dandini, autrice dello spettacolo "Ferite a Morte". Sagome femminili sono state tracciate con i gessetti colorati sul marciapiedi.

Plauso all'iniziativa è stato espresso dal sindaco, il quale ha voluto sottolineare che "non a caso essa si svolge nei giorni che la città dedica ai festeggiamenti di Santa Rosalia e prende anche spunto dal ricordo della nostra amata Patrona, che fece una chiara scelta di libertà da condizionamenti e pressioni del suo tempo. Il tema del rispetto della donna e della sua libertà è ancora, purtroppo, di drammatica attualità" .

L'assessore alle Attività sociali, Agnese Ciulla, ha ricordato che "la Giunta comunale partecipa da sempre a questa manifestazione, per ribadire, oltre che con gli atti amministrativi, la propria vicinanza a quanti sono impegnati per costruire una cultura che rifiuta e previene ogni forma di violenza sulle donne".  "Proprio ieri - ha aggiunto l'assessore al Patrimonio Luciano Abbonato - al termine del procedimento di selezione pubblica, un progetto finalizzato alla creazione di un centro antiviolenza è stato selezionato per l'assegnazione di un bene confiscato alla mafia. Un provvedimento che assume ovviamente un altissimo valore simbolico, oltre che di concreto sostegno all'attività dell'associazionismo. Sono destinate risorse per 1,3 milioni di euro per garantire un centro antiviolenza, case rifugio e accompagnamento all'autonomia per le donne.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento