rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca Politeama

Spari in piazza a Capodanno, denunciato un giovane: "Volevo divertirmi"

Si tratta di un barista di 24 anni, che lavora nella zona di Partanna Mondello. E' stato identificato dagli agenti della squadra mobile. Interrogato a lungo, ha detto di avere comprato la pistola - una scacciacani - il 30 dicembre

"Volevo divertirmi". Eccola, in sole due parole, la sintesi offerta agli investigatori per un gesto che ha scosso Palermo la notte di San Silvestro innescando polemiche e timori sulla sicurezza in città. E' stato identificato e denunciato l'uomo che per salutare il 2016 ha sparato alcuni colpi di pistola in aria al Politeama, in una piazza "blindata" e a pochi metri di distanza dal concerto di Luca Carboni e Morgan. Si tratta di un barista di 24 anni, che lavora nella zona di Partanna Mondello. Un gesto plateale il suo, commesso tra l'indifferenza degli amici, ma filmato dalle telecamere del Tgr Sicilia.

GUARDA IL VIDEO

IL FATTO - Le telecamere hanno immortalato il giovane che, giacca rossa e cravattino, cammina per le vie del Politeama. Tra l'indifferenza dei passanti e degli amici, impugna una pistola e spara una raffica di colpi in aria. Quindi accende un petardo e lo fa esplodere, dopo avergli dato un calcio. Successivamente riprende la pistola e spara un'altra volta in aria. Alla fine si allontana con la sua comitiva.

LE RICERCHE - Il filmato con protagonista il giovane è stato trasmesso dalle testate giornalistiche e immediatamente analizzato dalla polizia, che ha avviato le ricerche. Gli investigatori della squadra mobile sono in breve tempo arrivati al 24enne, che lavora come barista a Mondello. I poliziotti gli hanno sequestrato una scacciacani, una pistola a salve di libera vendita, e lo hanno denunciato per spari in luogo pubblico. Agli agenti, il giovane ha spiegato di aver comprato la pistola giorno 30: "Volevo divertirmi", ha detto una volta interrogato.

LA SICUREZZA - Il comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza aveva disposto imponenti misure di sicurezza per la notte di Capodanno, anche alla luce degli attacchi terroristici di Berlino e Nizza. Erano stati predisposti "ampi tratti di transennamento a protezione delle aree in cui affluirà il pubblico per assistere ai concerti" e i varchi per accedere alle piazze interessate dovevano essere presidiati dalle forze di polizia, dotate di metal detector". In campo anche gli uomini dei reparti specializzati di pronto intervento di polizia e carabinieri, dotati di armamenti speciali, e squadre di tiratori scelti. Come è possibile allora che il 24enne abbia potuto arrivare in piazza ed esplodere i colpi di pistola?. La notte di Capodanno, la polizia aveva denunciato un altro giovane in piazza Politeama, anche lui aveva sparato in aria con una scacciacani.

DAL COMUNE - E sul caso è intervenuto anche il sindaco Leoluca Orlando: "Le immagini diffuse con tanto clamore su un cittadino, palesemente un 'cittadino bene' piuttosto alticcio, che spara in aria quelli che sembrano colpi a salve - dice - mostrano il comportamento stupido di un singolo fra 120.000 palermitani e turisti che hanno festeggiato in piazza e nelle strade della città. Alimentare paure e fomentare diffidenza sul lavoro svolto dalle forze dell'ordine non serve a nessuno, soprattutto quando gli agenti di quelle forze dell'ordine hanno permesso che ben tre piazze cittadine fossero vissute ed animate da una festa gioiosa e sicura. Agli agenti e a chi ne ha coordinato il lavoro, non posso che ribadire il mio ringraziamento e il mio apprezzamento".
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spari in piazza a Capodanno, denunciato un giovane: "Volevo divertirmi"

PalermoToday è in caricamento