Policlinico, il direttore generale si dimette: "Motivi personali"

Renato Li Donni avrebbe terminato il mandato a giugno. La scorsa estate ha ricevuto un avviso di garanzia per falso, ma precisa: "La mia decisione non è legata all'inchiesta"

Il direttore generale del Policlinico, Renato Li Donni, ha rassegnato le dimissioni. Lascerà l'incarico ufficialmente dal prossimo 1 marzo, come ha scritto nella lettera inviata all'assessore Baldo Gucciardi e del rettore dell'Università Fabrizio Micari.

Li Donni avrebbe terminato il mandato il 28 giugno del 2017. La scorsa estate ha ricevuto un avviso di garanzia per falso. L'accusa è quella di avere consentito la nomina del direttore generale del Civico grazie a un documento falso. "La decisione - spiega Li Donni - è legata a motivi strettamente personali. Mi si sono presentate delle opportunità lavorative esterne, sempre nell'ambito della sanità, e non voglio perdere questo treno. La mie dimissioni non c'entrano nulla né con l'inchiesta, che non mi preoccupa affatto, nè con i presunti buchi di bilancio che non esistono". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le dimissioni del manager lasciano libera, di fatto, una delle poltrone più ambite della sanità siciliana vista la rilevanza del Policlinico. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ponte Oreto, ragazza si suicida lasciandosi cadere nel vuoto

  • Giovane esce di casa e scompare nel nulla: "Aiutateci a trovarlo"

  • La morte di "Ago" in viale Regione Siciliana, indagata l'automobilista che lo ha investito

  • Rap, presa la "banda di Bellolampo": rubavano gasolio da mezzi e cisterne, 21 arresti

  • Reddito di cittadinanza, 413 tirocini attivati dal Comune: tremila euro per sei mesi di lavoro

  • Furti di gasolio in discarica, coinvolti dipendenti Rap: i nomi degli arrestati

Torna su
PalermoToday è in caricamento