rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

Policlinico, niente barelle per i piccoli pazienti: in sala operatoria con minicar e tricicli

I giocattoli sono stati donati da Innogea e saranno usati dai bimbi ricoverati nel reparto di Chirurgia pediatrica nel tragitto dalla stanza al blocco operatorio. Su ogni mezzo c'è la scritta "Vado a fare un pit stop". Lo scopo del progetto è quello di alleviare il trauma dell'intervento con il gioco

Fiammanti minicar e tricicli prendono il posto delle barelle per i bambini ricoverati nel reparto di Chirurgia pediatrica del Policlinico. I piccoli pazienti che devono raggiungere la sala operatoria da oggi potranno utilizzare i mezzi donati da Innogea, evitando così il trauma della barella. Il progetto, che ha già riscontrato grande successo negli ospedali che l’hanno realizzato, mira a tranquillizzare i bambini ricoverati con il gioco, cercando di minimizzare la paura dell'intervento chirurgico.

Policlinico, per i pazienti minicar e tricicli

I piccoli durante il tragitto dalla stanza al blocco operatorio saranno accompagnati dai genitori e un operatore dedicato. La consegna è avvenuta nel corso di una cerimonia alla quale hanno partecipato il presidente di Innogea. Marco Lampasona, i partner Sandro Siniscalchi, Vittorio Scaffidi Abbate, Giuseppe Farruggia, Piergiulio Lauriano, il direttore del Policlinico, Fabrizio Di Bella, Giovanni Corsello, direttore del dipartimento Materno-Infantile, e Marcello Cimador. 

"E’ un piccolissimo gesto quello che abbiamo fatto - dice Lampasona - ma che ha un valore simbolico molto importante almeno per noi. L’umanizzazione delle cure è sicuramente uno degli elementi principali della qualità clinica, ancor di più quando i pazienti sono bambini. Abbiamo voluto scrivere sui parabrezza delle minicar 'vado a fare un pit stop' con la speranza che la sala operatoria si trasformi, nel loro immaginario, in un box della formula 1. Si entra e si esce piu veloci di prima. Ringrazio il Policlinico e tutti i suoi Dirigenti per aver accolto con tanto entusiasmo la nostra idea”.

"A nome del Policlinico, e mio personale, ringrazio per la donazione che ha voluto destinare alla Chirurgia Pediatrica - aggiunge Fabrizio Di Bella - Questa donazione è un esempio di attenzione verso la nostra struttura e attesta la sensibilità e la vicinanza nei confronti dei piccoli pazienti che si rivolgono quotidianamente al nostro Policlinico”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Policlinico, niente barelle per i piccoli pazienti: in sala operatoria con minicar e tricicli

PalermoToday è in caricamento