Niente stanza per l'assemblea per guardie giurate in aeroporto: "Ostruzionismo da Ksm"

A spiegare l'accaduto il sindacato Saves, Sindacato autonomo di vigilanza e servizi. "Chiesto l'intervento della Digos, valuteremo se procedere davanti al giudice competente per attività antisindacale"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Si sono tenute stamani due assemblee organizzate dal Saves, Sindacato autonomo vigilanza e servizi, dalle 8 alle 10 per le guardie giurate in servizio a Palermo e dalle 11 alle 13 presso l'aeroporto Falcone Borsellino, a seguito della ennesima procedura di licenziamento e al mancato saldo dello stipendio di dicembre. Sono state rispettate tutte le procedure previste dalle legge 300/70, ma la società Ksm non ha provveduto ad assegnare i locali previsti per legge, mettendo in difficoltà i lavoratori intervenuti. E’ stato chiesto l'intervento della Digos che, dopo un colloquio con la dirigenza, ha riferito che la società non avrebbe disposto i locali in quanto trattasi di sindacato autonomo e non firmatario di Contratto collettivo nazionale del lavoro. Abbiamo ribadito agli agenti intervenuti quanto previsto dalla legge 300/70 articolo 20, considerando anche la presenza di personale in servizio e autorizzato a partecipare. Stessa situazione presso l'aeroporto, dove le guardie si sono dovute riunire in uno dei terrazzini esterni. Chiederemo l'intervento fattivo anche della committente Gesap - oltre che delle istituzioni più volte sensibilizzate - nei confronti della Ksm, prima delle prossime festività e in previsione del periodo estivo, affinché la società regolarizzi tutte le posizioni retributive, comprese quinto dello stipendio e versamenti Tfr, ed organizzi la corretta gestione del personale per un regolare svolgimento del servizio che consenta alle guardie giurate, che garantisco anche in queste condizioni la massima sicurezza all'utenza ed ai passeggeri, una certa serenità lavorativa. “Nel frattempo - dichiara il segretario provinciale di Saves, Geraci Fabrizio - attenderemo le giustificazioni scritte dalla società e il verbale redatto dalla Digos riservandoci, qualora ce ne fossero i presupposti, di procedere dinanzi al giudice competente per attività antisindacale”.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento