rotate-mobile
La protesta / Brancaccio

Carenza di medici di base a Brancaccio, il farmacista: "I residenti si rivolgono a noi"

Il consigliere Federico: "Negli ultimi anni quattro dottori in pensione e soltanto uno è stato sostituito". E così sono tante le richieste al presidio di via Hazon: "Ma non abbiamo tutte le informazioni che servono"

"C'è carenza di medici di base nel quartiere Brancaccio". Lo denuncia il presidente della seconda circoscrizione Giuseppe Federico che ha ascoltato in questi giorni i racconti di tanti residenti del quartiere rimasti senza l'assistenza del medico di base. "Nel corso degli ultimi anni - racconta Federico - sono stati ben quattro i medici che sono andati in pensione. Soltanto uno è stato parzialmente sostituito, ma evidentemente non è abbastanza".

I residenti senza punti di riferimento in ambito medico spesso si recano in farmacia per avere delle informazioni e richiedere cure come racconta Pietro Muratore della farmacia Deleo di via Hazon: "Sempre più spesso riceviamo in farmacia richieste di supporto sanitario che noi non possiamo dare perché di stretta competenza del medico curante. Svariate volte ci prodighiamo ad indicare a quale branca specialistica possono rivolgersi ma non abbiamo tutte le informazioni che solo il medico curante può possedere".

Una situazione che si trascina da tempo che ormai non è più sostenibile per i residenti di queste zone, specialmente quelli più anziani. "Non troviamo motivi per cui i nuovi e giovani medici di base non vogliano aprire nuovi studi nel quartiere Brancaccio. Chiediamo all'Asp e all'Ordine dei medici di intervenire al fine di venir incontro alle esigenze del territorio garantendo un servizio fondamentale come quello medico", conclude il presidente Federico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carenza di medici di base a Brancaccio, il farmacista: "I residenti si rivolgono a noi"

PalermoToday è in caricamento