rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Riqualificazione urbana

Col Pnrr 420 milioni per la Sicilia, sì anche alla riqualificazione della foce dell'Oreto

Ammessi a finanziamento anche i progetti per il recupero dell'approdo storico della Tonnara Bordonaro e la realizzazione del primo nucleo di Parco Turrisi. L’aggiudicazione dei lavori è prevista entro giugno 2023, mentre il completamento lavori entro marzo 2026

Sono stati ammessi a finanziamento da parte del ministero delle Infrastrutture, con 20 milioni di risorse Pnrr (Piano nazionale di ripresa e resilienza), i progetti per la riqualificazione della foce del fiume Oreto, il recupero dell'approdo storico della Tonnara Bordonaro e la realizzazione del primo nucleo di Parco Turrisi. L’aggiudicazione dei lavori è prevista entro giugno 2023, mentre il completamento lavori entro marzo 2026. L'annuncio è stato dato dal deputato M5S Adriano Varrica, componente della commissione Ambiente della Camera.   

“L'esito di questo bando - spiega Varrica - premia un lavoro caparbio svolto in questi mesi: lo scorso marzo, all'indomani della pubblicazione del decreto ministeriale, avevo scritto al sindaco Orlando e agli assessori Marino e Prestigiacomo ricevendo la piena disponibilità a costruire un percorso istituzionale sinergico per ottenere il finanziamento. C'è stata piena condivisione delle proposte, anche grazie ad una proficua interlocuzione con le associazioni e i comitati dei rispettivi territori che ringrazio per il loro prezioso contributo. Oggi - conclude - raccogliamo un importante risultato i cui frutti si vedranno nei prossimi anni, con completamento delle opere entro marzo 2026, e che testimonia cosa accade quando si uniscono le energie politico-istituzionali e quelle civiche dei territori, nel rispetto e nell'autonomia dei ruoli, ma guardando al futuro della città. Sono contento che si sia rivelata decisiva la proroga da me richiesta al ministero lo scorso giugno per superare un problema amministrativo che avrebbe precluso la partecipazione del Comune di Palermo al bando”.

In particolare, per gli anni 2021-2026 i contributi in questione, confluiti nell’ambito del Pnrr, ammontano per tutta Italia a 3.400.000.000 euro. Alla Sicilia andranno, complessivamente, circa 420 milioni. "Lavoriamo su questa enorme misura già dai governi Conte -  commenta il sottosegretario alle Infrastrutture Giancarlo Cancelleri - Per tantissimi comuni prenderanno forma azioni volte al recupero e alla riqualificazione di spazi urbani e interventi di recupero a livello di infrastrutture e servizi, limitando il consumo di territorio a tutela della sostenibilità ambientale".

"Questo è il frutto del lavoro del Movimento 5 Stelle e della nostra sinergia con le le associazioni e i comitati dei rispettivi territori a cui va il nostro ringraziamento esteso agli assessori al Bilancio e Opere Pubbliche, Sergio Marino e Maria Prestigiacomo, a conferma che il dialogo costruttivo e propositivo tra pubblico e privato, tra politica ed associazionismo conduce a quei risultati che tra alcuni anni miglioreranno la vivibilità nella nostra città", commenta il consigliere Antonino Randazzo del gruppo Movimento 5 Stelle a Palazzo delle Aquile.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Col Pnrr 420 milioni per la Sicilia, sì anche alla riqualificazione della foce dell'Oreto

PalermoToday è in caricamento