Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca

Pnrr, Comune e guardia di finanza firmano un protocollo contro le infiltrazioni mafiose

In questo momento sono una sessantina gli interventi del Comune che hanno già avuto il via libera dallo Stato per un totale di circa 800 milioni di euro. Lagalla: "Strumento di garanzia e trasparenza sull’utilizzo di fondi necessari per il bene della città"

Un protocollo d'intesa per contrastare qualsiasi tentativo di infiltrazione criminale nei progetti finanziati dal Pnrr. L'hanno sottoscritto oggi, a Palazzo delle Aquile, il Comune e la guardia di finanza. Il documento - siglato dal sindaco Roberto Lagalla e dal comandante provinciale Domenico Napolitano, prevede "una stretta collaborazione, nell’ambito dei rispettivi fini istituzionali e in attuazione del quadro normativo vigente, allo scopo di consolidare il sistema di prevenzione e contrasto delle condotte lesive degli interessi economici e finanziari del Comune di Palermo, con specifico riguardo agli interventi finanziati dal Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr)".

Oltre al sindaco Lagalla e al generale Napolitano erano presenti il ragioniere generale Paolo Bohuslav Basile; il professore Angelo Cuva, coordinatore del tavolo tecnico su fiscalità e bilanci degli enti locali della Città metropolitana e il tenente colonnello Nicola Coppola del comando provinciale della guardia di finanza.

Lagalla ha affermato come "l’intesa tra il Comune e la guardia di finanza, oltre a essere strategica, rappresenti un ulteriore e solido muro di contrasto a qualsiasi tentativo di infiltrazione criminale nei progetti finanziati dal Pnrr. In questo momento sono una sessantina le operazioni finanziate dal Pnrr per il Comune di Palermo che hanno già avuto il via libera dallo Stato per un totale di circa 800 milioni di euro. Sono orgoglioso della firma di questo protocollo che rappresenta uno strumento di garanzia e trasparenza sull’utilizzo di fondi necessari per il bene della città e ringrazio la guardia di finanza per il prezioso contributo e il supporto che saprà dare in questo ambito al Comune".

Il generale Napolitano ha a sua volta sottolineato l’importanza del protocollo che garantisce "un più rapido e aggiornato flusso informativo tra Comune e guardia di finanza che consentirà di affinare ancor di più quegli alert di rischio determinanti ai fini dei controlli. L'attività della Guardia di Finanza - ha concluso - non rallenterà in alcun modo il dispiegamento delle risorse, ma sarà sempre diretta, d’intesa con il Comune, ad assicurare la corretta destinazione e un più trasparente impiego delle medesime risorse".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pnrr, Comune e guardia di finanza firmano un protocollo contro le infiltrazioni mafiose
PalermoToday è in caricamento