Cronaca

L'ultimo saluto al pm Laura Siani nella sua Lecco, aveva lavorato anche a Palermo

Il funerale sarà celebrato domani pomeriggio nella sua città natale, dove era rientrata a marzo. Il corpo del magistrato, che in città si era occupata di reati contro la pubblica amministrazione e di mafia, era stata trovato nella sua casa il primo giugno. Ad appena 44 anni avrebbe deciso di togliersi la vita

L’ultimo saluto al sostituto procuratore Laura Siani, che per alcuni anni ha lavorato anche alla Procura di Palermo, si terrà domani pomeriggio nella basilica di San Nicolò a Lecco, sua città d’origine. Non sembrano esserci più molti dubbi sulla tragica fine del magistrato che ad appena 44 anni avrebbe deciso di togliersi la vita.

Il pm a Palermo si era occupato soprattutto di inchieste legate a reati contro la pubblica amministrazione, assieme al procuratore aggiunto Sergio Demontis, e di mafia, con l’aggiunto Salvatore De Luca. Aveva firmato, tra le altre, le richieste di arresto per il boss dell’Arenella, Gaetano Scotto, e per il direttore della Neurochirurgia del Civico, Natale Francaviglia, nell’ambito di una presunta truffa sulle protesi. Aveva lasciato la Procura per tornare a Lecco qualche giorno prima che scattasse il blocco per la pandemia, alla fine di febbraio. Discreta e gentile, la sua scomparsa ha sconvolto anche i magistrati palermitani.

Il corpo del sostituto procuratore era stato ritrovato nella sua abitazione di via Cavour, nel centro di Lecco, la sera del primo giugno. A scoprirlo era stato un suo collega, il pm Paolo Del Grosso che, preoccupato perché la donna non rispondeva al telefono, era andato a cercarla. Una fine terribile ed inaspettata, quella di Siani e sin dall’inizio l’ipotesi più accreditata era stata proprio quella del suicidio. Dopo l’autopsia, compiuta in questi giorni, la salma è stata restituita alla famiglia e domani saranno celebrati i funerali. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ultimo saluto al pm Laura Siani nella sua Lecco, aveva lavorato anche a Palermo

PalermoToday è in caricamento