Pizzo Manolfo come Capo Gallo? Un cancello blocca l'accesso: "La strada non è comunale"

Lo scrive la polizia municipale al Comune dopo le proteste di escursionisti, amanti di ciclocross e cittadini impossibilitati a raggiungere l'area demaniale da via Cederna. I controlli dei vigili darebbero ragione ai proprietari, che hanno chiuso l'ingresso al pubblico

Il cancello collocato in via Cederna

La vicenda, con le dovute proporzioni, sembra simile a quella di Capo Gallo. Ed è senza dubbio destinata a fare discutere. In questo caso però non ci troviamo a mare, ma in montagna. Per la precisione in via Antonio Cederna, strada che porta all'area demaniale pubblica di Pizzo Manolfo. Una stradina distante pochi metri dal punto vendita Leroy Merlin di viale Regione Siciliana.

Ebbene, da qualche settimana in via Cederna è stato piazzato un cancello che impedisce l'accesso a Pizzo Manolfo. Il motivo? Troppe auto e moto entravano in quella che è una strada privata. I proprietari hanno così deciso di chiuderla, collocando un cancello. Immediata è stata la reazione sui social di escursionisti, amanti di ciclocross e trekking, semplici cittadini, che hanno inviato numerose segnalazioni anche alla redazione di PalermoToday

Il caso è arrivato all'attenzione dei vigili urbani, che oggi presenteranno al Comune una relazione formale: "Il controllo è stato effettuato alcuni giorni fa da personale della polizia municipale - scrivono dal comando di via Dogali -. E' stata chiesta anche una verifica documentale al settore Risorse immobiliari, che ha risposto comunicando che la strada non è di proprietà comunale. Da informazioni risulta che alla Forestale viene consentito l'accesso, che prima era aperto a tutti, fino a quando salivano per passeggiate e ciclocross. Quando sono cominciate a salire auto e moto, i proprietari hanno proceduto alla chiusura".

Resta però un quesito, condensato in un'interrogazione del consigliere Marcello Susinno (Sinistra Comune), in cui si chiede di "sapere se l'amministrazione comunale ha rilasciato i relativi provvedimenti amministrativi" in relazione al cancello e "quali interventi ha intenzione di porre in essere al fine di garantire il libero accesso" a quella che è "un’area pubblica demaniale". Dal Comune fanno sapere, per le vie brevi, che trattandosi di una strada privata non c'è obbligo di autorizzazione per il cancello, ma solo di comunicazione preventiva all'Edilizia privata. E comunque che il Comune potrebbe fare ben poco anche se i proprietari della strada non hanno inoltrato comunicazione all'ente.

L'assessore al ramo, tuttavia, si è fatto carico di verificare con la Forestale un eventuale diritto di utilizzo pubblico per arrivare al rifugio che si trova a Pizzo Manolfo, fermo restando che ci sono altre vie d'ingresso all'area demaniale dalla zona di Cruillas. Per molti cittadini - che chiedono di poter "fruire dell'area boschiva" - però "la questione, nonostante le tante segnalazioni agli organi competenti, è a tutt'oggi irrisolta". Da quanto si apprende, i proprietari della strada potrebbero consentire l'accesso a Pizzo Manolfo solo ai pedoni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Nuovo Dpcm "spacca weekend" e spostamenti vietati: si cambia colore tra sabato e domenica?

  • Grida "mamma" e si accascia in cucina, morta bimba di 9 anni ad Acqua dei Corsari

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore: la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Musumeci chiede la zona rossa a Conte: "Altrimenti firmo io l'ordinanza"

  • La quindicenne costretta a prostituirsi: "Mi davano anche 150 euro a rapporto, ero un oggetto"

Torna su
PalermoToday è in caricamento