menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Appello ai commercianti: "Vi vengono a chiedere il pizzo? Chiamate questo numero, è anonimo"

Matteo Pezzino, presidente di Sos Impresa: "Gli arresti di ieri confermano che l'unica strada per combattere l'usura e l'estorsione è quella della denuncia"

"Sos Impresa/Rete per la legalità - Sicilia", si complimenta per l'operazione “Papillon” condotta dalla Procura di Palermo ed eseguita dal secondo nucleo operativo metropolitano delle Fiamme Gialle di Palermo, basato su prestiti a usura ed estorsioni a danno di decine di commercianti e imprenditori della provincia di Palermo. Un'operazione che ha consentito di ricostruire un giro di affari milionario. L'indagine della guardia di finanza è nata dalla denuncia di un imprenditore che per un prestito di 450 mila euro è stato costretto a restituire in un anno circa un milione. 

“Gli arresti di ieri – afferma Matteo Pezzino, presidente di Sos Impresa – confermano che l'unica strada per combattere l'usura e l'estorsione è quella della denuncia. Il coraggio di una sola vittima ha consentito di svelare un contesto ben più ampio di reati: circa venti gli imprenditori della provincia di Palermo, vittime delle persone appena arrestate, una di queste ultime considerata negli anni passati vicina al mafioso Giovanni Brusca. Adesso ci rivolgiamo a tutte le vittime già individuate dalle forze dell'ordine, affinché collaborino fattivamente.  L’invito è ora rivolto a  chi non ha avuto ancora il coraggio di denunciare, spingendolo a dialogare con noi per trovare il coraggio di farlo con la nostra assistenza. E' attivo il numero di telefono verde 800.900 767 a cui si può chiamare, anche in maniera anonima, per entrare in contatto con SOS Impresa ed essere ascoltati. Promettiamo di essere a fianco di tutti coloro che chiederanno aiuto, prestando gratuitamente assistenza sia per accedere agli importanti benefici previsti dalla legge a favore delle vittime, sia per affrontare il processo penale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento