Cronaca Tribunali-Castellammare / Piazza Sant'Anna

Piazza Sant'Anna, i magazzini di due negozi invasi dal fango

Amara sorpresa questa mattina per i titolari di Sirchia e Pittarosso, che hanno subito gravi danni alla merce. "Non basta pedonalizzare le piazze, serve un’assidua manutenzione. Ci riserviamo il diritto di agire per vie legali"

Trasbordano i tombini e si allagano i negozi di un’intera piazza. E' il risveglio a piazza Sant’Anna, a pochi passi dalla via Roma e dalla discesa dei Giudici, dove a causa del forte temporale di questa notte due noti negozi d’abbigliamento hanno dovuto fare i conti con 40 centimetri d’acqua proprio dentro alle proprie attività. Si tratta dei locali destinati all’ingrosso e al dettaglio di Sirchia, storico negozio di abbigliamento, e dei magazzini di Pittarosso, la catena di calzature famosa in tutta Italia e aperta in via Roma da un paio d’anni.

I disagi maggiori, sino ad ora, hanno riguardato la merce. A causa degli allagamenti che interessano gran parte della città, infatti, la merce destinata alla vendita e riposta negli scatoloni dei due magazzini alle spalle di via Roma è stata completamente "investita" dall’acqua. Un fiume di fango, alto quasi mezzo metro, è infatti entrato dalle porte d’ingresso non appena i titolari hanno alzato le saracinesche in una piazza Sant’Anna sommersa da quasi 70 centimetri d’acqua. Le merce è stata tirata subito fuori e lasciata in strada per alcune ore.

Gli allagamenti, il vento fortissimo e la grandine hanno provocato il crollo di qualche albero in giro per la città ed anche di cartelloni pubblicitari lungo le strade, oltre al danneggiamento di coperture e infissi in abitazioni private. “Non basta pedonalizzare le piazze, serve un’assidua manutenzione - commenta Santino Sirchia, titolare del negozio -. Ci riserviamo il diritto di agire per vie legali. Non è ammissibile che, a causa del trasbordo dei tombini di una piazza, gli esercenti debbano ritrovarsi non solo negozi pieni di merce fradicia, ma anche a dover spalare l’acqua da soli”. Abbiamo provato a contattare l'Amap per una replica ma ci è stato risposto che hanno bisogno di almeno 24 ore di tempo.

Disagi anche all'interno della palestra Marte Club di via Montegrappa 56. L'intera sala utilizzata per il body building (e non solo) è stata danneggiata dalle forti piogge. Nelle immagini si vedono manubri, bilanceri, panche e cyclette "affogare" nell'acqua, muri distrutti dalle infiltrazioni e altro ancora, come immortalato dal proprietario, Giovanni Di Gregorio Bruno, con il suo smartphone (video in basso).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Sant'Anna, i magazzini di due negozi invasi dal fango

PalermoToday è in caricamento