Il Comune punta ancora sulle piste ciclabili: in 6 mesi restyling di quelle esistenti e nuovi percorsi

L'Amministrazione vuole raggiungere quota 60 km complessivi entro dicembre. I nuovi assi copriranno da viale Praga a via principe di Villafranca e da viale Michelangelo a via Imperatore Federico. C'è poi il progetto "Go to school" con anche nuove ciclostazioni per la condivisione di bici biposto

Oltre tredici chilometri di nuove piste ciclabili e la manutenzione dei percorsi già esitenti (48 chilometri). Tutto da realizzare in sei mesi. Il Comune scommette ancora sulla mobilità sostenibile. I progetti rientrano nell'ambito delle iniziative di "Palermo SiCura" e sono stati presentati alla stampa dal sindaco Leoluca Orlando, dall'assessore all'ambiente Giusto Catania, dal presidente dell'Amat Michele Cimino e da Domenico Caminiti, dirigente dei Servizi Speciali per la Mobilità. Si tratta di un piano in divenire, che vedrà anche il coinvolgimento della neonata Consulta delle Biciclette e che è stato formalizzato ieri con l'approvazione di un'apposita delibera in Giunta.

La manutenzione, nei piani dell'Amministrazione, avverrà secondo un cronoprogramma già stabilito nell'arco di tempo 15 giugno-7 settembre. Si interverrà in diverse con segnaletica orizzontale di margine bianca e gialla, pittogrammi e frecce di direzione ogni 15 metri e attraversamenti ciclabili in corrispondenza delle intersezioni. "Alcune piste ciclabili sono separate dalla sede stradale ma non sono abbastanza visibili, non sono percepibili", ha spiegato l'assessore Catania. I fondi per i lavori sono comunali, mentre 65 mila euro andranno alla ditta Sias che supporterà il Comune.

Tre le azioni su cui punta il Comune per i nuovi percorsi. Una pista coprirà l'asse Nord-Sud (da viale Praga a via principe di Villafranca per un totale di 3 chilometri e 800 metri. I lavori sono previsti dall'1 luglio al 30 settembre. Poi c'è l'asse monti-mare per 3 chilometri e 500 metri (da viale Michelangelo a via Imperatore Federico, tratto compreso tra piazza Don Bosco e via della Favorita). Lavori in calendario dall'1 ottobre al 13 novembre. Ci sono infine i percorsi ciclabili per circa sei chilometri del progetto "Go to school" finanziato dal Pon metro per un importo pari a un milione di euro per promuovere gli spostamenti casa-scuola. Si prevede la realizzazione di una rete secondaria di percorsi ciclabili di connessione con le piste già esistenti e il posizionamento di nuove ciclostazioni per la condivisione di biciclette biposto. Sono stati coinvolti nel progetto quattro istituti scolastici (pilota): il Pio La Torre, il Ninni Cassarà, l'Iti Vittorio Emanuele e il liceo scientifico Einstein.

"La nostra è una scelta ideologica e culturale chiara - ha detto Orlando -. Il progetto parla di mobilità che non può essere soltanto virtuale e digitale, ma anche quella fisica. Abbiamo fatto una scelta sul ferrato e sul gommato a due ruote".

"Investire sulla mobilità sostenibile, attraverso l'individuazione di nuovi spazi destinati alla ciclabilità - ha sottolineato Catania - è una scelta che contribuisce a rendere più vivibile la nostra città. Un contributo alla costruzione della città ecologica. Intendiamo proseguire nella scelta strategica di sottrarre porzioni di carreggiata alle automobili per destinarle ai pedoni e ai ciclisti. La tutela dell'ambiente e il miglioramento della qualità dell'aria sono scelte che tutelano i cittadini più fragili, sia dal punto di vista sanitario che economico, e anche per questa ragione stiamo investendo per rendere sicuri i percorsi ciclabili di Palermo Il nostro è un piano a medio termine e già stiamo progettando le attività per il 2021”.

"Comune e Amat - ha detto Cimino - possono rappresentare le vere leve per la ripresa economica della nostra comunità dopo il Coronavirus. Per questo noi di Amat non ci siamo mai fermati e continuiamo a lavorare per potenziare i nostri investimenti e migliorare la qualità del servizio".

I nuovi percorsi

L'Asse Nord/Sud include: viale Praga; via Ausonia (via Praga-via De Gasperi); via Ausonia (via De Gasperivia Emilia); viale Emilia; viale Campania (via Emilia-viale Lazio); viale Piemonte; via B. Giuliano; via G. Leopardi; via P. Mattarella (via Notarbartolo-via Almeyda); via P.Mattarella (via Almeydavia C. Nigra) in promiscuo sul marciapiede; via P.pe di Villafranca (via Caltanissetta-via Dante). 

L'asse Monti-Mare include: viale Michelangelo (tratto compreso tra via F. Paladini e via G.L. Bernini); viale Michelangelo (tratto compreso tra via G.L. Bernini e via Santuario Cruillas; viale Lazio (tratto compreso tra via Aspromonte e viale Campania); via Generale A. Di Giorgio; via Imperatore Federico (tratto compreso tra piazza Don Bosco e via della Favorita).

Go to school

Il progetto che ha come riferimento l'istituto La Torre prevede il posizionamento di ciclostazioni in Mulini alla Zisa e via M. Piazza. 

Il progetto che si riferisce al liceo Einstein prevede il posizionamento di ciclostazioni in via Cilea (angolo via Zandonai); via Campolo (angolo via Pacinotti); e una presso il liceo. Esiste già una ciclostazione in Largo lavagnini e via Terrasanta.

L'Iti Vittorio Emanuele III si trova in via Duca della Verdura dove è già presente la corsia riservata al Trasporto pubblico locale ed è consentito in promiscuo il transito alle biciclette. Tale corsia si connette con la pista ciclabile di piazza Giachery e con quella di via Notarbartolo. L’istituto Cassarà di via Don Orione è invece servito dalla pista ciclabile che si snoda dalla via Rizzo a via Don Orione e prosegue lungo la via dell’Arsenale e raggiunge il nodo Giachery. Saranno previsti in entrambi gli Istituti due ciclo stazioni a servizio degli studenti e del personale scolastico.

Il cronoprogramma

Articolo aggiornato il 13 giugno 2020 alle ore 15.26

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Palermo usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento