Pioggia di critiche sulle nuove piste ciclabili: "Poco sicure, troppi rischi per auto e bici"

Dai restringimenti di carreggiata ai percorsi deviati per evitare tratti di strada dissestati: le anomalie rilevate in via Principe di Villafranca (dove c'è già stato un incidente) e piazza Unità d'Italia. Caronia: "L'assessore Catania ha combinato un disastro"

La pista ciclabile a piazza Unità d'Italia (foto Alessandro Di Dio)

Bocciate dagli automobilisti, rimandate per il popolo delle due ruote: le nuove piste ciclabili realizzate dal Comune fanno discutere. C'è chi dice filosoficamente che non basta una spruzzata di vernice per incentivare la mobilità dolce e chi, molto più pragmaticamente, mette in fila rischi e anomalie delle corsie preferenziali per biciclette e veicoli elettrici come i monopattini. 

Gli occhi dei critici sono puntati su via Principe di Villafranca, via Leopardi e piazza Unità d'Italia. Per molti la pista ciclabile di via Principe di Villafranca, dove ieri si è verificato un incidente, è un vero pasticcio. Tra questi c'è Marianna Caronia, consigliere comunale, che afferma: "Promuovere l'uso della bicicletta è un fatto assolutamente positivo, così come i provvedimenti che tutelano l'incolumità dei ciclisti. Questo è ancora più vero in questo periodo di emergenza legata al Covid: anche a Palermo, sempre più persone scelgono le due ruote come alternativa al mezzo pubblico, che non garantisce adeguata sicurezza".

"La lunga pista in corso di realizzazione in queste settimane - prosegue Caronia - per molti tratti non ha queste caratteristiche, con una incomprensibile scelta di realizzare due corsie contrapposte che spesso incrociano campane per la differenziata, restringono in modo pericolosissimo la carreggiata, espongono i ciclisti e gli automobilisti a rischi che si possono evitare, realizzando le stesse piste su più strade, ma ad una sola corsia". A Piazza Unità d'Italia, addirittura, per evitare ai ciclisti di far percorrere un tratto di strada sollevato dalle radici degli alberi, la pista ciclabile è stata tracciata con una deviazione (nella foto).

Marianna Caronia e Sabrina Figuccia Consiglio comunale-2A far discutere sono anche i parcheggi delle zone blu che "corrono" paralleli alla pista ciclabile, restringendo notevolmente la carreggiata e creando non pochi difficoltà agli automobilisti in transito (non ancora abutuati a trovarsi di fronte altre macchine in sosta). "Preso dalla sua solita foga e dall’urgenza di apparire, ancora una volta - conclude Caronia - l’assessore Catania ha combinato un disastro, questa volta forse ancor più grave perché è riuscito a far odiare le piste ciclabili persino da buona parte dei ciclisti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Nuovo Dpcm "spacca weekend" e spostamenti vietati: si cambia colore tra sabato e domenica?

  • Grida "mamma" e si accascia in cucina, morta bimba di 9 anni ad Acqua dei Corsari

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore: la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Musumeci chiede la zona rossa a Conte: "Altrimenti firmo io l'ordinanza"

  • La quindicenne costretta a prostituirsi: "Mi davano anche 150 euro a rapporto, ero un oggetto"

Torna su
PalermoToday è in caricamento