Piscina comunale aperta a singhiozzo, Palermo "perde" la gara regionale

Campionati di nuoto di fondo in vasca spostati a Comiso. Sfumato anche il collegiale della nazionale. Il presidente della Waterpolo Palermo, Antonio Coglitore: "Ho chiesto rassicurazioni al Comune sulla disponibilità dell’impianto ricevendo solo risposte vaghe. Ennesima occasione persa"

Una volta non c'è il personale, un'altra l'impianto elettrico è guasto, così i cancelli della piscina comunale di viale del Fante restano spesso chiusi. A farne le spese sono sì i singoli utenti, ma anche le associazioni sportive. I disservizi frequenti e le mancate rassicurazioni sull'operatività dell'impianto hanno fatto "perdere" alla piscina i campionati regionali di nuoto di fondo in vasca e il collegiale della nazionale, in programma a febbraio. E sono a rischio anche i regionali di nuoto master.

Guasto all'impianto elettrico, chiusa la piscina comunale: "Al lavoro per la riapertura"

antonio coglitore-2"Da tre anni Palermo si è posta al vertice per il nuoto di fondo in acque libere – spiega il presidente della Waterpolo Palermo, Antonio Coglitore – Ciò ha portato a un’attenzione da parte della Fin e, per effetto, ha portato alla decisione di organizzare per il 2 e 3 febbraio un raduno collegiale con il tecnico delle giovanili Roberto Marinelli. Inoltre, la Waterpolo Palermo, campione in carica da due anni, ha avuto il privilegio di essere scelta per organizzare i campionati regionali di nuoto in vasca, preparatori alla stagione estiva. Grazie a questi risultati sportivi, ci sarebbe stata anche la possibilità di portare in Sicilia gli assoluti. Tuttavia – aggiunge Coglitore – ho chiesto diverse volte rassicurazioni al Comune sulla disponibilità dell’impianto di viale del Fante, ricevendo in cambio solo risposte vaghe. Sinceramente, non me la sono sentita di rischiare e, quindi, concordando il tutto con la Federazione, abbiamo deciso di spostare la manifestazione di inizio febbraio a Comiso. Per lo stesso motivo, probabilmente dovremo spostare anche i campionati regionali di nuoto master, che porterebbero a Palermo oltre mille atleti".

"Ennesima occasione persa - prosegue Coglitore - sabato e domenica sono previste 15 partite di pallanuoto tra campionati nazionali e giovanili ma al momento solo notizie vaghe e quindi chissà".

In forse, anche alcune manifestazioni dedicate agli atleti disabili, che sarebbero state coordinate dalla Polisportiva Alba di Gasare Ganci: "Abbiamo già dovuto anticipare la prova del campionato regionale nuoto disabili da domenica 24 a sabato 23 febbraio, ma c’è il rischio che la piscina resti chiusa anche in quella data. Non possiamo fare alcun tipo di programmazione continuando di questo passo".

PAV_GIORGIO_LOCANTO-2Chiede più attezione per gli impianti sportivi il consorzio "Palermo al vertice", che attacca: "E' impossibile organizzare manifestazioni sportive a Palermo"."Mentre continua il braccio di ferro sulla questione spinosa degli straordinari e delle indennità aggiuntive agli stipendi (degli impiegati comunali ndr) - dicono dal consorzio - lo sport ne paga le conseguenze, con i palazzetti che funzionano a singhiozzo e che non garantiscono l’apertura durante il fine settimana, che per le società sportive non può essere considerato uno 'straordinario'”. "Ancora una volta le società che compongono il consorzio – sottolinea il presidente – dimostrano equilibrio e senso di responsabilità nel cercare un approccio costruttivo, non distruttivo, nonostante si muovano in mezzo a mille difficoltà. Invito il sindaco e tutti i dirigenti dell’amministrazione comunale a trovare una soluzione, al fine di non distruggere i sacrifici fatti prima e durante l’attuale stagione agonistica e consentire quantomeno la sopravvivenza dello sport, di vertice e non solo, a Palermo. Voglio ricordare – conclude – che le manifestazioni sportive non aiutano soltanto a offrire una immagine migliore della città. È vero, sono delle vetrine importanti, ma ciò che non dobbiamo dimenticare è che lo sport può e deve essere sfruttato per aumentare l’indotto economico, poiché coinvolge strutture alberghiere, di ristorazione e tutti i soggetti legati al comparto turistico".

Potrebbe interessarti

  • Igiene in casa, ogni quanto si devono cambiare (davvero) lenzuola e asciugamani

  • Api, vespe e calabroni non si uccidono ma si allontanano: ecco i rimedi naturali

  • Cactus mania, avere piante grasse in casa non è solo bello ma fa anche (molto) bene

  • Bonus casa a chi ristruttura, detrazioni fiscali per l'acquisto di mobili e condizionatori

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia fra Palermo e New York, 19 arresti: decapitato mandamento di Passo di Rigano

  • Morto noto commerciante palermitano, era lo zio di Eleonora Abbagnato

  • Via D'Amelio, incontro in Questura: arriva Gigi D'Alessio e Fiammetta Borsellino va via

  • San Vito Lo Capo, ragazzo monrealese di 20 anni cade dagli scogli e muore

  • Mafia, blitz tra Palermo e New York: i nomi degli arrestati

  • Medaglie d'Oro, "trasmetteva" Sky (quasi) gratis: nella stanza da letto 57 decoder e 187 mila euro

Torna su
PalermoToday è in caricamento