Cronaca

Pioppo, piantagione di "erba" in una villa abbandonata: due arresti

In manette sono finiti due palermitani, disoccupati e incensurati, di 28 e 25 anni. All'interno dell'immobile trovato tutto il necessario per coltivare marijuana. Nell'auto rinvenuti anche pezzi di autoveicoli rubati

I carabinieri di Pioppo hanno arrestato due giovani con l'accusa di aver realizzato un allaccio abusivo all'Enel per alimentare una coltivazione di cannabis. In manette sono finiti i palermitani S.C., 25 anni, e B.P., 28 anni. Entrambi disoccupati e incensurati.

I militari - nel corso dei controlli ai caseggiati rurali - si sono insospettiti dalla loro presenza nei pressi di una villa abbandonata. I carabinieri quindi hanno proceduto alla perquisizione dell'auto e della villa. Così hanno trovato tutta l’attrezzatura per coltivare sostanze stupefacenti: otto lampade alogene, quattro ventilatori, un timer, una bottiglia di fertilizzante e terreno per la posa dei semi. Inoltre sono stati rinvenuti numerosi pezzi autoveicoli, molto probabilmente provento di furti.

Quindi i militari hanno proceduto all’arresto in flagranza per il reato di furto di energia elettrica e denunciato i due giovani per tentata coltivazione di sostanza stupefacente e ricettazione. Il giudice, in sede di rito direttissimo, ha convalidato gli arresti li ha rimessi in libertà.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pioppo, piantagione di "erba" in una villa abbandonata: due arresti

PalermoToday è in caricamento