menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Palermo non dimentica Pio La Torre e Rosario Di Salvo, il ricordo in via Li Muli

Le celebrazioni, in occasione del 35esimo anniversario del duplice omicidio, sono iniziate il 25 aprile e si concluderanno per la festa dei Lavoratori

Trentacinque anni fa il politico e sindacalista Pio La Torre e il suo autista Rosario Di Salvo, furono uccisi dalla mafia in via Li Muli. Palermo non lo ha dimenticato. Questa mattina, sul luogo del duplice omicidio, dove si è svolta una commemorazione erano presenti un centinaio di persone. Tra gli altri, il presidente della Regione Rosario Crocetta, il presidente del Consiglio comunale Salvatore Orlando, il figlio dell'ex segretario regionale del Pci Franco La Torre, il sottosegretario Davide Faraone, i segretari regionale e provinciale del Pd Fausto Raciti e Carmelo Miceli e il sindaco Leoluca Orlando. 

“Il ricordo di Pio La Torre e di Rosario Di Salvo – ha detto il primo cittadino – si pone all'interno di una settimana dei diritti che la città ha vissuto orgogliosamente. Abbiamo iniziato con la celebrazione del 25 aprile e poi con l'inaugurazione di un monumento a loro dedicato, con una solenne cerimonia commemorativa alla presenza del Presidente della Repubblica e ancora ieri sera con uno straordinario spettacolo su un testo di Vincenzo Consolo che ricorda Pio La Torre “Orgoglio di Sicilia”. Le celebrazioni continuano domani a Portella della Ginestra. "Ricordare in questo modo la figura di Pio La Torre insieme a quella di Rosario Di Salvo -ha concluso Orlando - è stato un atto dovuto ed essere qui è un modo per ricordare che lui era due volte all'opposizione, contro il sistema e con il percorso politico all'interno del Pci”.

"L'esempio di Pio e di Rosario - ha detto Franco La Torre - continua a stimolarci ed è per questo che il nostro impegno comune contro la mafia e le criminalità organizzate deve essere sempre costante".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento