Sindacato autonomo di polizia: Pietro Billitteri eletto all’unanimità segretario regionale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Pietro Billitteri è stato eletto all’unanimità segretario regionale del sindacato autonomo di polizia della Regione Sicilia. Il Consiglio regionale del 19 febbraio 2021, si è tenuto rigorosamente in videoconferenza per le misure anti covid, alla presenza del segretario regionale uscente e Vice presidente del Sap Gaetano Maranzano, del segretario nazionale Giuseppe Coco e del presidente del Sap Rosario Indelicato, nonché di tutti gli organi statutari del Sap Sicilia.

Al termine del prima citato consiglio regionale è stato aggiornato il nuovo Consiglio Regionale che a sua volta ha eletto Billitteri, il quale ha sostituito Maranzano che nello scorso mese di ottobre ha terminato il suo percorso professionale nella Polizia di Stato. Pur rimanendo nel Sap con la carica di vice presidente, Gaetano Maranzano ha ribadito la necessità di proseguire il percorso sindacale, dallo stesso delineato, ma con volti nuovi che con spirito di abnegazione hanno già dimostrato il loro valore aggiunto, come appunto il neo Segretario Regionale Billitteri.

Il segretario regionale Billitteri ha scelto, in seno alla Segreteria regionale, la squadra dei vice segretari: Domenico Villari (Catania), Giuseppe Pascali (Ragusa), Vincenzo Piparo (Trapani), Antonino Taulli (Siracusa), Ferdinando Cavallaro (Agrigento) e Giuseppe De Pasquale (Caltanissetta). Billitteri ha sottolineato l’importanza di continuare un percorso impegnativo per la tutela delle donne e degli uomini della Polizia di Stato in questa nostra travagliata regione. Grazie all’autonomia del Sap sarà possibile rendere giustizia ad una categoria di lavoratori che rischiano la propria incolumità quotidianamente, in attesa che si concretizzi l’azione di questo nuovo Governo, affinché si possa ridare dignità ad un comparto ormai carente da troppo tempo.
 

Torna su
PalermoToday è in caricamento