Cronaca Piazza Verdi

"A ognuno il diritto alla tutela": in piazza Verdi la "cittadella dei diritti" Inca Cgil

L’iniziativa, dal titolo "Inca in Piazza", è promossa dalla Cgil e dal Patronato Inca in 150 piazze del territorio nazionale. Davanti al Teatro Massimo saranno allestiti sei gazebo e ci sarà anche un camper mobile

Piazza Verdi

Sarà una vera a e propria “cittadella dei diritti” quella che l'Inca Cgil Palermo porta domani in piazza Verdi dalle 9 alle 18. E'  l’open day Cgil dedicato ai servizi di tutela individuale. L’iniziativa, dal titolo "Inca in Piazza", è promossa dalla Cgil e dal Patronato Inca in 150 piazze del territorio nazionale e nel capoluogo siciliano sarà articolata con una giornata no-stop di servizi offerti nei 6 gazebo allestiti di fronte al Teatro Massimo e nel camper mobile della Cgil.

La Cgil porta in piazza i servizi non solo di patronato, ma l'intera rete dei servizi a tutela individuale offerti dalla Camera del Lavoro. Il sindacato sarà a disposizione di quanti avranno necessità di chiedere informazioni su bisogni  vecchi e nuovi di  lavoratori, pensionati e cittadini. Obiettivo della manifestazione è esaltare il ruolo sociale del Patronato, istituto riconosciuto dalla Costituzione.

“ll Patronato, con l'iniziativa di sabato, si proietta all'esterno della Camera del Lavoro per intercettare i nuovi bisogni che emergono dai lavoratori e per presentare il nuovo modello organizzativo finalizzato  al miglioramento qualitativo dell'offerta dei servizi”, dicono il responsabile Inca Palermo Giuseppe Guarcello  il segretario generale della Cgil Palermo Enzo Campo. Sabato presenti all'iniziativa anche Angelo Lorenzo, dell'Inca nazionale e Salvatore Tripi, coordinatore regionale Inca.

Nel 2017 a Palermo sono stati registrati i contatti di 70 mila persone. Oltre all'Inca, saranno presenti in piazza il Sol, servizio orientamento al lavoro, l'ufficio migranti, l'ufficio vertenze legali, il Sunia, il Caf (consulenza fiscale, 730, unico, Isee, buste paga colf e badanti), il Nidil. In particolare  l'Inca, che offre i suoi servizi a Palermo e provincia in 14 sedi di camere del lavoro zonali e in 53 comuni, mostrerà  il “pacchetto” di consulenze previdenziali (lavoro, pensionamento, disoccupazione, verifica posizione assicurativa), il“pacchetto” di assistenza economica e sociale (maternità e genitorialità), il “pacchetto” consulenza migranti e il “pacchetto” consulenza su riconoscimento degli infortuni, malattie professionali cause di servizio, danni alla salute e disabilità.

“La gente può venire agli sportelli dei diritti  in piazza e godere dei servizi – aggiunge Giuseppe Guarcello - L'obiettivo è incrementare il livello di informazione presso lavoratori e cittadini, iscritti e non iscritti,  dei servizi a domanda individuale di cui possono godere”. Negli ultimi anni, con l'aggravarsi della crisi economica, sono sempre più i lavoratori che vengono a domandarci la possibilità di accedere a servizi di sostegno al reddito sia essi nazionali che comunali e regionali”. In aumento agli sportelli Inca Palermo anche il numero dei pensionati. Per chi va in pensione,  Inca provvede alla presentazione delle domande per anzianità, vecchiaia, assegno di invalidità e inabilità; in caso di infortunio sul lavoro e malattia professionale gli operatori e i medici legali dell'Inca intervengono per ottenere il giusto riconoscimento del danno subito. L'Inca di Palermo ha in corso, inoltre,  dei momenti formativi nei posti di lavoro. Oggi si è svolta un'assemblea in via Dogali, con i vigili urbani, su “Dignità del lavoro e diritto alla salute”, dedicata al lavoro in polizia. E il  26 si terrà un'iniziativa con i lavoratori delle  professioni sanitarie. “Di concerto alle categorie – conclude Guarcello -  andremo in mezzo ai lavoratori per far emergere il bisogno inespresso che spesso non trova risposta”.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"A ognuno il diritto alla tutela": in piazza Verdi la "cittadella dei diritti" Inca Cgil

PalermoToday è in caricamento