Cronaca Politeama / Piazza Don Luigi Sturzo

Spedizione punitiva contro un portiere della Regione: arrestato posteggiatore

La vittima, 53 anni, è stato ferita con un tagliabalsa all’addome. La sua “colpa” quella di aver fatto parcheggiare le auto di due dipendenti all’interno della sede di piazza Sturzo, negando così il guadagno all’abusivo

La sede del dipartimento della Regione in piazza Sturzo

Aveva fatto posteggiare le auto di due dipendenti regionali all’interno della sede piuttosto che sulla strada, facendo perdere così i soldi al posteggiatore abusivo. Questo “sgarbo” non è andato giù e così il parcheggiatore ha organizzato una “spedizione punitiva” contro il portiere del dipartimento della Regione di piazza Sturzo. Insieme a due “amici” e armato di tagliabalsa ha colpito più volte la vittima, che è stata trasporta all’Ingrassia con diverse ferite all’addome. L’uomo, Maurizio Lo Nardo di 45 anni (nella foto a destra), è stato arrestato dai carabinieri.

I militari sono arrivati sul posto al culmine della lite. Ascoltando il racconto della vittima e di alcuni testimoni hanno ricostruito l’intera vicenda. L’aggressione avrebbe avuto inizio a seguito di un mancato pagamento da parte di due dipendenti della Regione al parcheggiatore abusivo. Il portiere infatti aveva fatto parcheggiare due auto guidate da altrettanti impiegati all’interno dell’area di parcheggio della sede e non sulla piazza come avrebbe auspicato il posteggiatore.

E’ scaturito un diverbio e i due hanno iniziato ad insultarsi. Lo Nardo quindi si sarebbe in un primo momento allontanato ma per tornare subito dopo con due “amici” e con tra le mani un tagliabalsa con il quale ha colpito la vittima in più punti del corpo. Per fortuna la lama del taglia balsa si è rotta mitigando così l’effetto dei colpi inferti. LO NARDO Maurizio-2

Due colleghi del portiere che hanno assistito alla lite hanno allertato i carabinieri. Sul posto è giunta anche un’ambulanza del 118 che ha portato l’uomo, 53 anni, all’ospedale Ingrassia. Per lui la diagnosi è di: “trauma contusivo alla spalla destra, ferite superficiali emitorace ed emiaddome di sinistra ferita lineare all’avambraccio di sinistra e ferita lineare al labbro superiore di sinistra”.

L’aggressore invece è stato arrestato per lesioni personali aggravate e portato in Tribunale per essere giudicato col rito per direttissima. Dopo la convalida l’uomo è stato condannato a cinque mesi di arresti domiciliari. I complici invece sono riusciti a fuggire dopo l'arrivo dei carabinieri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spedizione punitiva contro un portiere della Regione: arrestato posteggiatore

PalermoToday è in caricamento