rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca Palazzo Reale-Monte di pietà / Via San Nicolò All'Albergheria

Piazza di San Nicolò all’Albergheria, parte l'intervento di riqualificazione

Le operazioni comprenderanno anche lo smantellamento dei tubi da ponteggio di Palazzo Giallongo Barone di Fiumetorto

Partirà domani l'intervento di riqualificazione della piazza antistante a Palazzo Giallongo Barone di Fiumetorto. L’elegante prospetto del complesso monumentale, si affaccia sulla piazza di San Nicolò all’Albergheria, di fronte al palazzo Lancia di Brolo, edificio nobiliare del XVIII secolo, e il retro della chiesa di S. Nicolò con la sua caratteristica trecentesca Torre Civica. Vittima del tempo e dell’incuria, l'immobile nel 2017 era stato messo in sicurezza dal Coime, attraverso un sistema di catene e tiranti necessario a tenere in piedi l’intera facciata. I tecnici e le maestranze del Coime da domani provvederanno a rimuovere il ponteggio che imbriglia la facciata del palazzo, ormai messo in sicurezza, a ripristinare il basolato della piazza e a posizionare elementi di arredo e decoro urbano per la fruizione dell'area.

"Attraverso il recupero della piazza - afferma Fabio Giambrone, vice sindaco e assessore al Decoro Urbano e al Coime - si restituisce dignità urbanistica all’intero complesso edilizio di rilevante prestigio storico e artistico. Grazie alla professionalità interna al Comune data da tecnici e maestranze del Coime, la piazza sarà un nuovo punto di aggregazione in cui i palazzi Giallongo, Lancia di Brolo e la chiesa di San Nicolò, faranno da quinte di un ideale palcoscenico per ritrovare uno scorcio straordinario della nostra città a beneficio dei residenti, dei palermitani e dei numerosi turisti che sicuramente torneranno a farci visita".

"L’intervento - afferma Francesco Teriaca, dirigente del Coime - partirà l’8 marzo e interesserà lo smontaggio di tubi da ponteggio che in atto occupano la facciata di circa 400 metri quadri. Si provvederà, poi, alla revisione del basolato della piazza, che ha una superficie di circa 700 metri quadri, e alla successiva collocazione di elementi di arredo urbano quali dissuasori, fioriere, panchine e rastrelliere per bici. L’intervento riguarderà anche la chiusura di varchi di alcuni manufatti al momento utilizzati da tossicodipendenti. Per ragioni di sicurezza l’attività cantieristica sarà seguita in collaborazione con la Questura e la polizia municipale, che hanno assicurato un incremento della vigilanza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza di San Nicolò all’Albergheria, parte l'intervento di riqualificazione

PalermoToday è in caricamento