Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca Tribunali-Castellammare / Piazza San Domenico

Panchine divelte e vasi rotti: piazza San Domenico vandalizzata

La protesta di posteggiatori e commercianti che stamattina hanno bloccato via Roma per protestare contro la scelta del Comune di chiudere la piazza alle auto. Orlando: "Nessun dialogo con i violenti, i commercianti scelgano da che parte stare". Indaga la polizia

Piazza San Domenico vandalizzata - foto Campolo

Panchine divelte, vasi rotti e rovesciati per strada e cuscini strappati. Reagiscono così posteggiatori abusivi e commercianti alla decisione del Comune di chiudere piazza San Domenico alle auto. Stamattina una cinquantina di persone hanno bloccato il traffico in via Roma accusando l'amministrazione di aver fatto crollare i loro affari. "Dal 5 luglio non lavoriamo", dicono (GUARDA IL VIDEO DELLA PROTESTA). Sul posto diverse pattuglie dei vigili urbani. Sui disordini indaga la polizia.

Dura la replica del sindaco Leoluca Orlando: "Chi fa scelte e tiene comportamenti violenti non avrà mai alcun dialogo con l'Amministrazione comunale. I commercianti scelgano se stare dalla parte della legge o lasciarsi sobillare da chi vuole gestire il racket del parcheggio abusivo. Chi oggi ha fatto danni sarà oggi stesso denunciato e il Comune si costituirà Parte Civile".

LEGGI ANCHE: INIZIATIVA SU FACEBOOK: "RICOSTRUIAMO PIAZZA SAN DOMENICO"

INDAGA LA POLIZIA - Sono in corso le operazioni di identificazione delle persone che stamani hanno vandalizzato piazza San Domenico, rovesciando i vasi delle piante, distruggendo le panchine e bloccando il traffico in via Roma. La polizia di stato, intervenuta sul luogo dei disordini sta provvedendo all'individuazione degli autori materiali degli atti. Una volta individuati, questi saranno chiamati a rispondere di manifestazione non autorizzata, blocco della circolazione stradale, interruzione di pubblico servizio e atti vandalici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Panchine divelte e vasi rotti: piazza San Domenico vandalizzata

PalermoToday è in caricamento