Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca Tribunali-Castellammare / Piazza Rivoluzione

Piazza Rivoluzione, prove tecniche di isola pedonale tra arte e musica

Sabato andrà in scena "Palermo città delle piazze - Union fest": un'occasione per chiudere al traffico l'area e permettere agli artisti di esprimersi lontano dallo smog. Bazzi: "Il progetto della chiusura resta in piedi, l'approvazione del Consiglio a breve"

Arte, artigianato, degustazioni, musica e spettacoli in un'isola che non c'è, ma che per l'occasione ci sarà. Questi sono solo alcuni degli ingredienti del "Palermo città delle piazze - Union fest", l'evento in programma a piazza Rivoluzione per sabato 21 organizzato da Bioart.Lab, Eventi&Comunicazione e dai locali Qvivi, Zammù e Cavù, con il patrocinio del sindaco Leoluca Orlando.

Per mezza giornata, a partire dalle ore 18, la piazza del Genio di Palermo si trasformerà in isola pedonale, per accogliere una "giornata dedicata all'unione ed alla condivisione" in un angolo di città "sgombro dal traffico e dalle auto", comunicano gli organizzatori. Saranno allestiti degli stand a cura di "artisti artigiani", pronti a plasmare nuove creazioni con camere d'aria, metalli, cuoio, vetro, legno ed altro ancora. Poi toccherà alla cabaret dei Sale&Pepe e Quanto Basta ed alla musica di Ilaria Cingari, Vito De Canzio e Buba's Band ed il dj set di Luca De Paoli, per l'occasione direttore artistico dell'evento.

Questa fetta di città che farà da cornice all'evento sarà chiusa al traffico e darà seguito ad una delibera dell'agosto 2012 sulla "micropedonalizzazione di aree interne al centro storico". Insomma, una prova tecnica in attesa di un piano organico relativo a tutta la città: "Piazza Rivoluzione è inserita nel piano urbano del traffico, che prevede la chiusura di ampie aree del centro storico. Il progetto sarà sicuramente attuato - spiega l'assessore Agata Bazzi - ma dovrà passare prima in consiglio comunale per essere approvata, prevedo, in tempi brevissimi". Ma sulla tempistica, nessuna certezza. Dunque, per una sera, niente auto in piazza: lo spazio disponibile sarà delimitato da fioriere, ma le automobili potranno comunque attraversare le strade vicine. L'area interessata sarà esclusivamente quella della piazza, escludendo così le strade limitrofe (nell'immagine a fianco potete vedere il "triangolo" interessato).

Con il patrocinio del sindaco sarebbe dovuta arrivare anche la concessione di un piccolo palco: un'insieme di pedane alte 60/70 centimetri per cui non è previsto alcun collaudo tecnico. A pochi giorni dall'evento, però, sorge un imprevisto. "Nonostante avessimo tutte le autorizzazioni del caso - spiega Luca De Paoli - c'è stato qualche piccolo disguido e, per motivi vari, potrebbe non arrivare il palco. Le segreterie comunali si sono comunque prontamente attivate, ma per motivi vari dovremo provvedere noi. Il tutto è da ricondurre a qualche problema logistico relativo alla richiesta delle pedane. Ringraziamo comunque la vice presidenza del consiglio comunale e tutti gli uffici competenti che hanno permesso la realizzazione della serata, anche a nome di Daniele Sparacino e della sua associazione, Bioart.Lab, che da anni si impegna nel territorio palermitano per offrire qualcosa di diverso".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Rivoluzione, prove tecniche di isola pedonale tra arte e musica

PalermoToday è in caricamento